martedì 24 dicembre 2013

Recensione: A cena col vampiro di Abigail Gibbs


INTRODUZIONE
Scrittrice:  Abigail Gibbs
Titolo: A cena col vampiro (Dark Heroine#1)
GenereFantasy 
Numero Pagine: 334
Costo: 14,90€
Casa Editrice: Fabbri
Prima Edizione: Luglio 2013
Traduzione: Anita Taroni
Giudizio Personale: 3 dolcetti su 5


TRAMA
È un massacro quello cui assiste Violet una notte nel cuore di Londra. Sei ragazzi pallidi e bellissimi uccidono in pochi minuti una trentina di uomini adulti, armati di bastoni d’argento, muovendosi con agilità incredibile e forza sovrumana. Quando viene presa in ostaggio da loro Violet scopre chi sono: vampiri. Anzi, la famiglia reale vampira in guerra con quella umana, guidata dallo spietato principe Kaspar. Violet ha davanti una sola scelta: farsi trasformare. Diventare una predatrice che si nutre di sangue umano, ma in grado di vivere per sempre. Violet però rifiuta, e solo il fatto di essere la figlia di un’alta personalità del governo inglese fa sì che non venga immediatamente uccisa. Rimarrà perciò prigioniera nel palazzo principesco e segreto dove vive la corte dei non morti, un mondo che si rivela al di là della sua più selvaggia immaginazione, dove avvengono feste sontuose, dove nulla è vietato e uno sbaglio può condurre alla morte. Ma è Kaspar il più grande pericolo, perché al di là della brutale violenza che è capace di esprimere, Violet vede in lui qualcosa di diverso, capace di scaldarle il cuore ed eccitarne i sensi, di attrarla come una fiamma attrae la falena. Ma come ci si può innamorare di un mostro? Amore e morte si mescolano in un romanzo fantasy che ha fatto battere il cuore delle ragazze di tutto il mondo. E farà battere più forte anche il tuo…


La storia...

La giovane Violet, rimasta sola nel cuore della notte nella pizza di Trafalgar Square, assiste ad una vera e propria carneficina. Sei ragazzi dotati di grande fascino e di una forza straordinaria uccidono in breve tempo una trentina di uomini. Uno di questi, il terribile Kaspar, la scopre e la porta nella villa a Varnley, dove risiede la famiglia reale vampira, tenendola in ostaggio. Kaspar non è solo un vampiro, il giovane infatti ricopre la carica di principe ed è prossimo alla successione al trono.
Arrivata nell'imponente villa, Violet, deve decidere: diventare una predatrice assetata di sangue oppure rimanere rinchiusa nel palazzo per sempre. Violet rifiuta senza esitazioni, ma, dato che è la figlia del segretario del ministro della difesa, e quindi di un'importante figura del governo inglese, fa si che non venga uccisa, perché se lo facessero, quel gesto sarebbe l'avvio alla catastrofe che si cerca di evitare, ovvero la guerra con gli umani. Tuttavia il padre della ragazza cerca ad ogni modo un pretesto per attaccarli. Il soggiorno nella villa è tutt'altro che piacevole: costretta a vivere con degli assassini e sopportare il caratteraccio di Kaspar: arrogante, egoista e pieno di sé che arriva anche ad attaccarla e che si trova sempre circondato da ragazze. Comunque grazie a Fabian riesce a mantenere la calma e a non impazzire. Il vampiro nutre un grande affetto per la ragazza che però non contraccambia. Dopo mesi ormai di soggiorno, il consiglio dei vampiri si riunisce e decide che, per indurre Violet a trasformarsi ( e quindi porre fine a un probabile scontro, perché è lei a scegliere), Kaspar e Fabian devono stargli vicino e fargli cambiare ciò che lei pensa di loro e farla adattare al loro stile di vita.
Approfittandone, Fabian invita Violet ad un ballo di corte, che si conclude in una vera tragedia: la ragazza viene aggredita e quasi violata sessualmente dal vampiro Ilta. Portata in salvo da Kaspar, Violet al risveglio scopre che è diventata una dampira (mezzosangue), perchè ha nel suo corpo del sangue appartenente al principe, che gli è servito per continuare a vivere. Non volendo restare sola dopo l'aggressione Violet chiede a Kaspar di restare con lei. Ma un giorno il vampiro, troppo assetato chiede alla ragazza di bere il suo sangue. Davanti alla sua espressione implorante e dolce Violet cede. Ma, invece di essere violento e doloroso ( come lei sapeva bene), il risucchio avviene in un modo del tutto inaspettato: un vortice di sensazioni e brividi si scatenano in Violet al tocco delle labbra fedde sul suo collo caldo in morbidi baci.
Oltre a questo, a scombussolarla ci pensa Fabian che la bacia. Ma è completamente diverso, Violet prova un sentimento profondo per Kaspar, e sarà proprio questo che non la farà scappare quando gli si presenterà l'occasione.


I miei pensieri...

Buona Vigilia di Natale amici!!!^^ che bello non vedo l'ora che arrivi il gran cenone con tutti i parenti e scartare i regali**. Dunque, dunque :3 ho finito il tanto atteso libro della scrittrice Abigail Gibbs " A cena col vampiro" della serie -Dark Heroine-. Che dire?! bhe, sinceramente mi aspettavo di più, specialmente dopo aver riposto in questo libro tante aspettative. Non sono rimasta delusa dalla storia ( è la classica dei vampiri, con l'aggiunta di casate reali, dimensioni..) ma dal modo in cui è stata scritta.

"Trafalgar Square non è forse il posto migliore in cui trovarsi all'una del mattino. In realtà, se sei da solo, non lo è mai quando fa buio. L'ombra della Colonna di Nelson incombeva sulla piazza e io rabbrividivo all'aria fresca di quella notte di luglio che soffiava tra gli edifici. Mi strinsi nel cappotto, tremante: cominciavo davvero a pentirmi per il vestitino nero striminzito che avevo deciso di indossare...."


La scrittrice, molto giovane (diciassettenne), mette su carta tante idee scollegate tra di loro. Infatti ho fatto fatica a seguire il filo della narrazione, rileggendo con maggior attenzione. Questo stacco tra i vari avvenimenti lascia molto spazio alla fantasia del lettore facendolo allontanare dalla storia. Il racconto è esteso dal punto di vista di Violet e Kaspar, cosa che ho apprezzato molto perché è sempre bello vedere cosa pensano in fondo i protagonisti: non sempre quello femminile, ma anche quello maschile. La storia come ho già detto è la classica sui vampiri, con qualche novità. Una storia molto coinvolgente ed eccitante. Il rapporto tra i protagonisti è frizzante carico di punzecchiature e sarcasmo. La storiella del ragazzo pericoloso e donnaiolo e della ragazza che gli tiene testa è sempre ben accetta dalle ragazze ( per me :P). Kaspar, è arrogante, pieno di sè, presuntuoso ed egoista, ma quando vuole sa anche essere dolce e premuroso nei confronti di Violet.
La ragazza è testarda e forte in quanto non si lascia prendere dal panico per quello che le sta accadendo e proprio per questo si guadagna dei punti a favore per Kaspar, che, invece, è abituato alle urla delle sue vittime. Un personaggio che mi ha colpito oltre i protagonisti e quello di Fabian: la sua dolcezza è irresistibile e speravo che all'inizio, Violet, si mettesse con lui. Altri personaggi sono Lyla, la sorella maggiore di Kaspar, che si rivela essere gelosa nei confronti di Violet arrivando persino a minacciarla, in quanto suscita l'attrazione per Fabian. Thyme, la dolce sorellina di Kaspar, la più piccola, mi faceva tanta tenerezza soprattutto quando lei voleva giocare ma non trovava nessuno disposto. Il suo rapporto con Violet è quasi sorellesco.
Poi abbiamo Cain, che può essere definito un mini-Kaspar. E altri due fratelli molto più grandi che si trovano in Romania, Sky e Jag, in cui non ne viene descritto molto.
Quindi ricapitolando, la storia è coinvolgente ma scritta in modo confuso. Ho continuato la lettura perché mi intrigava la storia dei protagonisti. Il finale ti lascia a desiderare, lasciandoti con molte sequenze spezzate ( forse riprenderanno nel secondo volume). La lettura non è stata tanto scorrevole, in quanto il testo è pieno di descrizioni, e gli spostamenti dei personaggi sono poco chiari. Il tutto è ambientato a Londra e nella villa a Varnley. Per concludere a questo primo volume affido 3 dolcetti su 5.


In conclusione gli affido 3 dolcetti su 5

mercoledì 18 dicembre 2013

Recensione: Ti prego lasciati odiare di Anna Premoli

INTRODUZIONE
Scrittrice:  Anna Premoli
Titolo:  Ti prego lasciati odiare
Genere: Contemporary Romance
Numero Pagine: 318
Costo: 9,90€
Casa Editrice: Newton Compton
Prima Edizione: Gennaio 2013
Giudizio Personale: 5 dolcetti su 5


TRAMA
Jennifer e Ian si conoscono da sette anni e gli ultimi cinque li hanno passati a farsi la guerra. A capo di due team nella stessa banca d'affari londinese, tra di loro è da sempre scontro aperto e dichiarato. Si detestano, non si sopportano, e non fanno altro che mettersi i bastoni fra le ruote. Finché un giorno, per caso, sono costretti a lavorare a uno stesso progetto: gestire i capitali di un nobile e facoltoso cliente.
E così si ritrovano a dover passare molto del loro tempo insieme, anche oltre l'orario di ufficio. Ma Ian è lo scapolo più affascinante, ricco e ambito di Londra e le sue "frequentazioni" non passano mai inosservate: basta un'innocente serata trascorsa in un ristorante, per farli finire sulla prima pagina gossip di un noto quotidiano inglese. Lei è furiosa: come possono averla associata a un borioso, classista e pallone gonfiato come Ian? Lui è divertito, ma soprattutto sorpreso: le foto con la collega hanno scoraggiato tutte le sue assillanti corteggiatrici. E allora si lancia in una proposta indecente: le darà carta bianca con il facoltoso cliente se lei accetterà di fingersi la sua fidanzata. Sfida accettata e inizio del gioco! Ben presto però, quello che per Jennifer sembrava uno scherzo, si rivela più complicato del previsto e un bacio, che dovrebbe far parte della messa in scena, scatena brividi e reazioni del tutto inattesi...

La storia...

Jennifer Percy è a capo di un team, lavora come avvocato fiscalista per una grande banca d'affari londinese. È una ragazza molto intelligente, forte, ironica  ed esteticamente normale. Proviene da una famiglia ambientalista che disprezza i nobili. In campo sentimentale Jennifer non ha ancora trovato l'uomo giusto: ha avuto delle storie, ma nessuna è riuscita davvero a farle battere il cuore. Convive con le sue due migliori amiche: Vera e Laura.
Ian St.John è un uomo bellissimo, ricco e nobile. Tutte le ragazze cascano ai suoi piedi e le frequentazioni che tiene non passano mai inosservate. Nonostante la sua situazione di nobile, a causa dei problemi con la famiglia, specialmente con il nonno, lavora nella stessa banca di Jennifer, a capo di un altro team.
Questi due elementi si conoscono da sette anni e non fanno altro che scontrarsi. Non si sopportano e si detestano. Ma quando, per volontà di un facoltoso cliente, sono costretti a lavorare insieme per gestire i suoi capitali, si ritrovano a dover passare molto tempo insieme. La loro prima riunione a tal proposito non va nei migliori dei modi, anzi, a causa delle loro urla, il loro capo gli ordina di vedersi fuori dall'ufficio per evitare di dare scandalo. Trovandosi a cena con lo scapolo più ambito di Londra, basta poco per farla finire sulle pagine gossip di un noto quotidiano inglese. Lei è scioccata, incredula ma soprattutto furiosa.
Dal canto suo, Ian è sorpreso. Pare infatti che farsi fotografare con una ragazza normale, che non è la solita bellona, abbia sconfortato tutte le sue assillanti corteggiatrici. Per questo motivo gli propone un accordo: fingersi la sua ragazza in cambio di avere carta bianca con il cliente. Dopo un lunga riflessione accetta suo malgrado. Il gioco subisce una piega inaspettata quando Jennifer, dopo una serie di baci, comincia a provare un sentimento sempre più profondo per Ian, il quale contraccambia. Ma questo è impossibile.. come può innamorarsi di un tipo come lui? di una persona cosi diversa da lei?...Eppure è proprio così.


I miei pensieri...

Buon Mercoledì sera gente!! Parliamo oggi del romanzo" Ti prego lasciati odiare" di Anna Premoli. Dato che l'altro suo libro "Come inciampare nel principe azzurro" mi era piaciuto, ho scelto di leggere anche questo. Faccio la mia riflessione essendo consapevole del fatto che è uscito prima "Ti prego lasciati odiare" xD

La prima cosa che ho notato è che questi due libri sono estremamente simili tra di loro, addirittura una scena descritta è presente in entrambi ( i due protagonisti si ritrovano a condividere la stessa stanza, perchè, a causa di un temporale molte camere sono fuori uso). Quindi non c'è da aspettarsi grandi cambiamenti,, se ne hai letto almeno uno. Se invece è il primo libro della Premoli che ti capita di incontrare allora il risultato della lettura è ancor più soddisfacente. Fortunatamente io non partivo con grandi aspettative, immaginando di trovarlo in linea di massima come l'altro. Comunque l'ho trovato piacevole, adatto per svagarsi, e sinceramente ho apprezzato più questo ( l'uomo coreano non riusciva a coinvolgermi xD).
La vicenda è narrata in prima persona da Jennifer ed è ambientata per la maggior parte a Londra.
I personaggi sono ben descritti animati da dialoghi divertenti e frizzanti. Ho adorato il sarcasmo di Jennifer e la determinazione di Ian e tutto il loro rapporto frenetico pieno di punzecchiature ma anche di momenti intimi. 
Spero di leggere qualcos'altro di questa brillante scrittrice, che, con uno stile semplice ma d'effetto, riesce a coinvolgerti, portandoti a divorare le pagine.


In conclusione gli affido 5 dolcetti su 5

domenica 15 dicembre 2013

Recensione: Come inciampare nel principe azzurro di Anna Premoli

INTRODUZIONE
Scrittrice:  Anna Premoli
Titolo:  Come inciampare nel principe azzurro
Genere: Contemporary Romance
Numero Pagine: 318
Costo: 9,90€
Casa Editrice: Newton Compton
Prima Edizione: Settembre 2013
Giudizio Personale: 5 dolcetti su 5


TRAMA
Quale ragazza non sogna di sfondare nel proprio lavoro sfruttando la possibilità di trascorrere un anno all'esteroÈ proprio questa la grande opportunità che un giorno si presenta a Maddison: ma l'inaspettata promozione arriva sotto forma di un trasferimento dall'altra parte del mondo, in Corea del Sud!
Maddison, però, è solo all'apparenza una donna in carriera. In realtà è molto meno motivata delle sue colleghe e per nulla attratta dall'idea di stravolgere la sua vita. Come è possibile che abbiano pensato proprio a lei, che del defilarsi ha fatto da sempre un'arte, che ha il terrore delle novità e di mettersi alla prova? Una volta arrivata in Corea, il suo capo, occhi a mandorla e passaporto americano, non le rende affatto facile adattarsi al nuovo ambiente. Catapultata in un mondo inizialmente ostile, di cui non conosce nulla, di cui detesta le abitudini alimentari e non solo, Maddison si vedrà costretta a tirar fuori le unghie e a crescere una volta per tutte. E non è detto che sulla sua strada non si trovi a inciampare in qualcosa di bello e del tutto imprevisto!


La storia...

Maddison Johnsonn è una ragazza ventottenne londinese impiegata in una prestigiosa banca d'affari, in cui è riuscita ad entrarci solo grazie all'aiuto della sua migliore amica, Jane, e c'è rimasta grazie al suo comprensivo capo John. Infatti, nonostante le apparenze, Maddison, in realtà, non è mai stata una femminista sfegatata, non possiede una grande determinazione e non ha la minima idea di stravolgere la sua vita. Lei opta per la quotidianità, svolgendo questo ruolo solo come passatempo e per far tacere sua madre che, al contrario di lei, trova le donne in carriera da stimare, perché portano la specie femminile allo stesso livello di quella maschile in campo lavorativo. La sua adorata quotidianità, però, subisce un traballo quando viene scelta per intraprendere un viaggio dall'altra parte del mondo, precisamente a Seul in Corea del Sud, in cui dovrà stabilirsi per un anno. Scioccata e turbata dalla notizia, Maddison non può fare altrimenti. Arrivata in Corea la ragazza è disperata: cultura diversa, cibo che lascia a desiderare, occhi indiscreti che la fissano per i suoi tratti occidentali e, a peggiorare il tutto, ci pensa il suo nuovo capo americano Mark, di origini coreane. Dal primo sguardo non c'è assolutamente intesa tra i due: Mark, troppo serio, rigido, arrogante e presuntuoso per Maddy, e, quest'ultima, troppo incosciente e nullafacente per Mark. Ogni loro discussione si trasforma in uno scontro animato da continue punzecchiature.
Durante la sua permanenza Maddison subisce un radicale cambiamento rispetto alla sua vecchia vita: comincia ad interessarsi al suo lavoro e anche, suo malgrado, al suo odioso capo.


I miei pensieri...

Salve cari lettori ^.^, è da un po' che non entravo nel mio blog, ultimamente ho avuto molto da fare e non sono riuscita a ottenere quei pochi minuti di relax T.T. Comunque, andando al sodo, ho qui per voi la recensione del romanzo "Come inciampare nel principe azzurro" di Anna Premoli. Consigliatomi da alcune amiche, che ne parlavano molto bene, ho deciso di comprarlo.



 La storia, riassunta sopra, è narrata in prima persona ed è molto coinvolgente e piena di ironia. 
La scrittrice adotta uno stile sobrio agevolandone la comprensione e producendo, così, una lettura piacevole e scorrevole. Il lessico da lei usato è ampio e non ripetitivo con dialoghi frizzanti e attivi. Il suo modo di esprimersi mi ha ricordato molto la Kinsella, scrittrice che io adoro. 

I personaggi sono ben descritti fisicamente e caratterialmente. Ho trovato simpatica l'idea della relazione tra capo serio, determinato e impiegata pazzerella, anche se poco originale.

Un altro punto esilarante è vedere la nostra giovane Maddy alle prese con il mondo coreano con le sue reazioni a strambe tradizioni e vedere Mark che tenta di non perdere la pazienza standogli dietro.

Un dolce romanzo romantico che ti fa trascorrere del tempo in tranquillità strappandoti molti sorrisi.
Una cosa è certa grazie a questo libro ho imparato anche  un po' di tradizioni coreane xD.





In conclusione gli affido 5 dolcetti su 5

lunedì 9 dicembre 2013

Recensione: L'ultimo angelo di Becca Fitzpatrick

INTRODUZIONE
Scrittrice:  Becca Fitzpatrick
Titolo:  L'ultimo angelo (4#Hush Hush)
Genere: Fantasy 
Numero Pagine: 378
Costo: 17,00€
Casa Editrice: Piemme
Prima Edizione: 2012
Giudizio Personale: 4 dolcetti su 5


TRAMA
Nora è assolutamente sicura che Patch sia il suo unico, vero, grande amore. Che sia un angelo caduto non importa, lui è tutto quello che lei vuole. Purtroppo, però, il loro destino sembra quello di essere nemici mortali. Angeli caduti e Nephilim, infatti, sono padroni e vassalli, da secoli in lotta fra loro. Come se questa sanguinosa e dolorosa rivalità non bastasse, Nora è stata costretta a giurare di condurre i Nephilim in guerra contro il loro eterno nemico, e se dovesse mancare alla parola data condannerebbe a morte lei e sua madre. Eppure, Nora e Patch affronteranno fianco a fianco anche quest'ultima battaglia, convinti che ciò che li lega non può essere sciolto. Vecchi avversari ritorneranno, nuovi nemici si riveleranno e antiche amicizie tradiranno, minacciando la pace che i due innamorati cercano disperatamente. Il campo di battaglia si delinea, e indietro non si può più tornare.....Esistono ostacoli che nemmeno l'amore può vincere?


La storia...

Nora e Patch si stanno avvicinando allo scontro decisivo tra angeli caduti e Nephilim, uno scontro in cui loro stessi sono, per destino, nemici. Peggiorando le cose, Nora è stata costretta da Hank a giurare di condurre i Nephilim alla vittoria, e se non dovesse farlo, la pagherebbe con la vita sua e di sua madre. Dato che si sapeva che Nora stava frequentando un angelo caduto, la giovane, per farsi accettare dai Nephilim, si finge la ragazza di Dante, personaggio comparso alla fine de "Sulle ali di un angelo", che  la prepara per la battaglia offrendogli un piccolo aiuto: l'arte diabolica. Nora, a causa di un evento, non riesce a farne a meno e ne prende dosi generose, nascondendo il tutto a Patch. Quest'ultimo, intanto, è ricercato da un arcangelo che gli vuole offrire un compito: uccidere il suo ricattatore.
Avendo un peso enorme sulla coscienza Nora non riesce a non parlare e gli riferisce che ha usato l'arte diabolica. Patch la perdona e insieme cercano il modo per evitare lo scontro e per scoprire e uccidere il ricattatore dell'arcangelo. I due innamorati affronteranno insieme anche quest'ultima avventura per cercare di ottenere la pace che cercano disperatamente.


I miei pensieri...

Buonasera lettori, eccoci con il capitolo conclusivo della saga fantasy/paranormal/romance sugli angeli caduti intitolata "Hush Hush" della scrittrice Becca Fitzpatrick, che ha conquistato subito i nostri cuori. 

La bellissima storia tra il tenebroso angelo caduto Patch e la dolce Nora. 

Ho letto questo libro con tantissima calma gustandomi ogni singola pagina.
 L'amore dei protagonisti è messo nuovamente in bilico da una serie di avvenimenti e da personaggi come Dante Materazzi che provocherà gelosia in Patch. Ritroviamo anche la vivace Vee, l'amabile Scott, e la presuntuosa Marcie. 
Commuovente, appassionante, travolgente, romantica e piena di mistero, L'ultimo angelo è una storia capace di risucchiarti in un vortice di emozioni.
 La scrittrice sa sempre come coinvolgere il lettore utilizzando uno stile scorrevole e un buon ritmo. 

Una cosa che mi ha sconcertato è il finale di questo libro... che dire non me lo aspettavo proprio ( per chi ha letto il libro sa a cosa mi riferisco :( ).


Tenendo conto di tutti i libri possiamo vedere come cambia il carattere di Nora, sicuramente più maturata e più forte rispetto al primo libro.
 Patch... bhe che dire Patch è sempre Patch, che ha continuato ad affascinarci  con la sua determinazione e la sua aria da cattivo ragazzo**.
Ho già la nostalgia di questa bellissima saga :'(.

QUI PUOI TROVARE:
Il bacio dell'angelo caduto
Angeli nell'ombra
Sulle ali di un angelo


In conclusione gli affido 4 dolcetti su 5

domenica 8 dicembre 2013

Recensione: La regina della casa di Sophie Kinsella

INTRODUZIONE
Scrittrice:  Sophie Kinsella
Titolo:  La regina della casa
Genere: Contemporary Romance
Numero Pagine: 354
Costo: 17,50€
Casa Editrice: Mondadori
Prima Edizione: Agosto 2005
Giudizio Personale: 4 dolcetti su 5


TRAMA
A soli ventinove anni Samantha Sweeting è già la star di un noto studio legale di Londra. Pochi minuti di una sua consulenza valgono una fortuna. Lavora giorno e notte ed è tutta concentrata sulla carriera. Ma proprio mentre aspetta con ansia di essere nominata socio dello studio si accorge di aver commesso un errore, una svista che le costerà il posto. Sconvolta, sfugge dall'ufficio e si ritrova in aperta campagna con il cuore in tumulto. Chiede informazioni ad una splendida casa e per un malinteso viene scambiata dai proprietari per una delle candidate al posto di governante di cui sono alla ricerca. Loro non sanno che stanno per assumere una ragazza dal quoziente intellettivo stratosferico e, dal canto suo, Samantha non ha la più pallida idea di cosa significhi tenere in ordine una casa...È una vera catastrofe domestica. Ma non può tornare indietro e decide di rimanere, almeno per un po'. Così, grazie all'aiuto e all'amore del giardiniere, piano piano Samantha comincia a entrare in sintonia con il suo nuovo stile di vita. E quando il passato torna a bussare alla sua porta, deve prendere una decisione. Che cosa vuole veramente? Tornerà alla sua vecchia vita?
La regina della casa è la storia di una ragazza che ha bisogno di rallentare. Di trovare se stessa. Di innamorarsi. Di cominciare finalmente a vivere. E di scoprire a cosa serve un ferro da stiro. Dal talento inimitabile di Sophie Kinsella, una nuova e adorabile commedia romantica che farà la felicità di milioni di fan nel mondo.

La storia...

 Samantha Sweeting, ragazza ventinovenne, ha un impiego come avvocato da sette anni alla Carter Spink, alla quale dedica ogni minuto prezioso della sua vita. È dotata di una mente brillante e si concentra duramente sulla carriera, trascurando la vita privata. Non sa cosa significa rilassarsi ne tanto meno usare una lavatrice o qualsiasi apparecchio domestico. Non ha tempo per queste cose. Ma proprio quando sta per aspettare con ansia una promozione a socio anziano dello studio, si accorge di aver commesso un errore banale... troppo banale per pensare che l'abbia commesso proprio lei. Presa da un'agitazione incontrollabile e intimorita da cosa potrebbero pensare i suoi colleghi di lei, Samantha lascia tutto e sale su un treno senza una destinazione.
Quando scende, la ragazza si trova in aperta campagna con la testa che le scoppia per quanto è successo. Lentamente si incammina fino ad arrivare a una casa, dove bussa per chiedere informazioni e un bicchiere d'acqua, in cui viene scambiata dai proprietari per una delle candidate al posto di governante, di cui sono disperatamente alla ricerca. Loro non sanno che la ragazza davanti ai loro occhi possiede un quoziente intellettivo straordinario. Il giorno seguente, la ragazza, con la mente più lucida, decide di restare ancora in quella casa, troppo spaventata per tornare indietro. Il soggiorno non è affatto piacevole, dal fatto che lei non sa niente su come tenere in ordine una casa, ma per sua fortuna i suoi datori di lavoro sono poco svegli e si lasciano abbindolare dalle sue parole. Tutti sono convinti che lei sia una governante di altissimi livelli, nessuno si rende conto dell'evidenza... tutti tranne uno: il dolce giardiniere Nathaniel, che l'aiuterà, insieme a sua madre Iris, a diventare una prefetta regina della casa. 
Adattandosi alla vita di campagna, all'aria pulita, al calore della gente e all'amore per Nathaniel, Samantha si rende conto di cosa si è persa in tutti questi anni, ha scoperto cosa significa rilassarsi e godersi la vita con tranquillità. Ma quando il passato gli viene a bussare alla porta di casa, per offrirgli la carica di socio che ha sempre sognato, Samantha deve prendere una decisione.

I miei pensieri...

Ben ritrovati cari amici di lettura, finalmente ho trovato un po' di tempo per scrivere la recensione del romanzo "La regina della casa" di Sophie Kinsella. Per quanto mi riguarda, questo libro, non è stato allo stesso livello degli altri, a causa del finale frettoloso e quindi deludente. Niente critica sicuramente al suo stile che è, come sempre, uno stile intoccabile e pieno di umorismo, che ti accompagna per tutta la lettura rendendola gradevole e fluida. La protagonista, possiede caratteristiche simili ad altre dei libri della Kinsella. La storia è coinvolgente e possiede anche una certa dose di suspance . Mi ha divertito molto vedere il nostro brillante avvocato andare in confusione nel cercare di avviare una lavatrice o preparare un semplice panino, e di come si giustifica per qualcosa davanti ai suoi datori di lavoro inventando le cose più impensabili. A dare ulteriore comicità sono proprio loro, Trish e Eddie, due persone bizzarre ed eccentriche che credono a tutte le fesserie che lei dice. Poi troviamo il dolce giardiniere Nathaniel, che aiuterà la ragazza a diventare una perfetta regina della casa e vedremo l'amore crescere tra i due. Personaggi che ho odiato sono Guy per la sua prepotenza, invadenza e arroganza e Melissa, che incontriamo a metà libro, ragazza viziata e meschina. Come tutti i libri di questa brillante scrittrice è possibile intravedere anche qui una morale: anche se ti sembra che tutto stia precipitando nella tua vita, quando meno te lo aspetti ecco che questa da sola ti offre delle opportunità che la rendono migliore di prima. Concludo dicendo che se non fosse stato per il finale, gli avrei dato cinque dolcetti.

In conclusione gli affido 4 dolcetti su 5

domenica 1 dicembre 2013

Recensione: Sulle ali di un angelo di Becca Fitzpatrick

INTRODUZIONE
Scrittrice:  Becca Fitzpatrick
Titolo:  Sulle ali di un angelo (3#Hush Hush)
Genere: Fantasy 
Numero Pagine: 366
Costo: 17,00€
Casa Editrice: Piemme
Prima Edizione: 2011
Giudizio Personale: 4 dolcetti su 5


TRAMA
Nutrita dall'odio e dal disprezzo, la guerra fra Nephilim e angeli caduti rischia di travolgere gli esseri umani. E anche se le incomprensioni fra Nora e Patch sono finite, per i due giovani amanti le prove diventeranno sempre più difficili. Il momento che a lungo hanno cercato di rimandare, quello in cui è necessario affrontare i segreti nascosti nel passato di entrambi, è arrivato. Insieme sono chiamati a una sfida apparentemente impossibile: riunire due mondi inconciliabili, da secoli in lotta fra loro e disposti a tutto pur di vincere. Nessuna remora, nessuna pietà. Patch e Nora, che per nascita o per forza combattono nei due schieramenti opposti, sono costretti a scegliere se cedere al tradimento o dimenticare un amore che trascende i confini fra cielo e terra. Armati solo della propria fede l'uno nell'altra, la ragazza e il suo angelo sono chiamati a una battaglia disperata contro ciò che ha il potere di distruggere tutto quello per cui hanno lottato.


La storia...

Nora si risveglia in un cimitero in stato confusionale e viene portata dalla polizia in ospedale dove si accorge con orrore che è stata rapita per tre mesi e che non ricorda assolutamente nulla riguardo all'accaduto. Giustifica il fatto con la convinzione che l'uomo, di cui non ricorda i dettagli e che l'ha tenuta prigioniera per tutto questo tempo, l'abbia indotta in qualche modo a dimenticare. Tuttavia, qualcosa non torna: la ragazza non riesce a ricordare nulla di ben cinque mesi della sua vita, nonostante il rapimento ne sia durato solo tre. Tutti i suoi ricordi sono andati... anche il ricordo di Patch. Non capendo perché la sua memoria abbia cancellato due mesi di troppo, Nora non si lascia sopraffare dallo sconforto e decide di investigare per riordinare i frammenti di puzzle nella sua testa, facendosi aiutare da Scott. Mentre cercherà disperatamente di ricordare le cose, Nora si ritroverà spesso in situazioni pericolose dove incontrerà sempre un ragazzo di nome Jev. La ragazza, non sapendo il perché si sente subito attratta da Jev, dalla sua risata, dai suoi occhi penetranti, dalla sensazione di sicurezza e familiarità che le trasmette. Quello che alla ragazza sfugge è che Jev è il suo Patch. La vita di Nora si agita ancora di più quando scopre che la madre ha una relazione con Hank Millar, padre di Marcie, e nonostante sospetta che ci sia qualcosa sotto, non riesce a mettere a fuoco il problema. Ma tante cose sfuggono a Nora e una di queste è il terribile piano che prevede la ribellione dei Nephilim contro gli angeli caduti.


I miei pensieri...

Eccoci arrivati finalmente alla recensione del terzo e penultimo volume intitolato "Sulle ali di un angelo",della saga"Hush Hush" sugli angeli caduti che ha riscosso un grandissimo successo e che ha appassionato migliaia di lettori. Questo libro si apre con un prologo in cui ci viene spiegato bene cosa succede nei tre mesi seguenti all'incontro di Patch e Nora con Hank Millar, avvenuto nella casetta di Patch al Delphic. Una parte abbondante del libro è impiegata nel descrivere l'amnesia di Nora, rendendo un po' lenta e noiosa la lettura mettendo a dura prova la pazienza del lettore. Ad essere sincera non mi è piaciuta l'amnesia di Nora, facendomi crescere dentro un pochino di delusione. Comunque, nonostante ciò, la scrittrice ha saputo ricompensare con le scene riguardanti Jev/Patch e Nora che sono a dir poco splendide*_*. Ritroviamo la tenera Nora che mostra vulnerabilità ma determinazione nell'affrontare il suo problema della memoria. Il tenebroso Patch, che diventa più maturo. La simpatica Vee, portatrice di allegria, che purtroppo non si mostra con costanza nel libro. Qui approfondiamo meglio alcuni personaggi, come quello di Scott, che si rivela essere, a differenza del primo, un amico d'oro aiutando Nora con la sua amnesia.  La seconda parte del romanzo è, invece, più scorrevole, più incalzane piena di avventura e mistero.
Come sempre un libro di grande impatto, ma rispetto ai precedenti un pochino carente.
Clicca qui per vedere la recensione de "Il bacio dell'angelo caduto"
Clicca qui per vedere la recensione de "Angeli nell'ombra"


In conclusione gli affido 4 dolcetti su 5

sabato 30 novembre 2013

Recensione: Angeli nell'ombra di Becca Fitzpatrick

INTRODUZIONE
Scrittrice:  Becca Fitzpatrick
Titolo:  Angeli nell'Ombra (2#Hush Hush)
Genere: Fantasy 
Numero Pagine: 347
Costo: 17,00€
Casa Editrice: Piemme
Prima Edizione:  2011
Giudizio Personale: 5 dolcetti su 5


TRAMA
Nora avrebbe dovuto immaginare che la sua vita non sarebbe stata perfetta. Non può bastare una sconvolgente storia d'amore con il proprio angelo custode ( che è tutto fuorché angelico) ed essere sopravvissuta a un tentato omicidio per potersi dire felice. Patch infatti sembra deciso ad allontanarsi da lei per avvicinarsi pericolosamente alla sua peggior nemica, Marcie, e il ricordo del padre assassinato fa scivolare Nora nel sospetto che il colpevole sia proprio l'angelo immortale le cui emozioni restano un mistero.
La ricerca della verità la spinge verso una rivelazione che avrebbe preferito ignorare e che riguarda non solo il passato di Patch, ma anche il suo. Di colpo tutte le sue certezze si sgretolano in un crescendo di tensione, paura, confusione e rabbia. E, a mano a mano che il dubbio si insinua nella sua mente e il suo cuore si spacca per la gelosia, Nora sembra non riuscire a vedere che il pericolo è sempre in agguato...


La storia...

Nora si sente al settimo cielo nel vivere questa relazione con Patch, l'angelo caduto (qui custode, dato che nel primo libro aveva recuperato le ali) che gli ha rubato il cuore, e gli sembra tutto così perfetto per essere vero. Questa perfezione, sembra però minacciata quando una sera, in macchina, Nora gli dice che lo ama, ma lui non ha la reazione che lei avrebbe sperato, anzi, non dice niente e se ne va, lasciandola in un mare di dubbi e preoccupazioni. Questi turbamenti interiori si trasformano in rabbia quando Patch si avvicina in maniera  pericolosa alla sua acerrima nemica Marcie Millar. Indignata, delusa e facendo prevalere l'orgoglio, Nora lascia Patch e grazie all'appoggio di Vee e il nuovo arrivo in città, Scott Parnell, suo amico di infanzia di cui sospetta una natura Nephilim, riesce a distrarsi ma non a sufficienza per togliere dal cuore Patch, che gli dice di stare lontana da Scott. Questo atteggiamento egoistico e possessivo di Patch la irrita ancora di più, date le circostanze, e raggiunge il limite quando Nora viene a sapere che non è più il suo angelo custode, ma quello di Marcie. Quando Nora ha la conferma che Patch esce davvero con Marcie rimane sconvolta ed a peggiorare la situazione ci pensa una lettera anonima in cui c'è scritto che la Mano Nera ha ucciso suo padre il tutto accompagnato da uno strano anello. Nora fa di tutto per far tornare Patch nella sua vita, il quale però continua a rifiutarla con continue spiegazioni confuse di lui, quindi la ragazza cerca di farlo ingelosire con Scott ad una festa, in cui è presente anche Patch. Quando Scott bacia Nora e la porta in camera sua, Patch interviene bruscamente facendo crescere un odio tra i due ragazzi. I sentimenti di Nora per Patch vengono ulteriormente messi in pericolo quando lei scopre, tramite Rixon, migliore amico di Patch e il fidanzato della sua migliore amica Vee, che il ragazzo è la Mano Nera. Rimasta scioccata da questa notizia e presa da un rabbia e un odio incontrollabili, Nora, si avvicinerà sempre più a scoprire un susseguirsi di rivelazioni riguardanti le persone di cui non avrebbe mai dubitato, il suo passato, e a capire il comportamento ambiguo di Patch.


I miei pensieri...

Salve cari lettori, oggi voglio parlarvi del secondo volume della serie Hush Hush intitolato "Angeli nell'Ombra" di Becca Fitzpatrick ( qui la recensione del primo libro "Il bacio dell'angelo caduto" ). Pur avendo il solito pregiudizio che si ha sui "secondi" libri di una saga, che non sono dello stesso livello dei primi, non vedevo comunque l'ora di continuare questa avvincente storia sugli angeli caduti e di rincontrare Patch e Nora. Il romanzo non mi ha deluso e mi ha lasciato abbastanza soddisfatta. La storia dei due innamorati è messa in pericolo da nuove complicazioni, e, immedesimandomi in Nora ho odiato a morte Marcie, e Patch per ciò che le stava facendo. Soffrivo con lei, ammirandola per aver mantenuto comunque la sua dignità. Si può dire che in questo libro la dolce e insicura Nora, diventa una Nora più determinata e coraggiosa.  La scrittrice ha continuato, come nel primo libro, a tenere il lettore attaccato al libro attraverso fantastici colpi di scena, fino alla fine, con il suo stile fluido e ha trasmettere tutte le sensazioni dei personaggi. La simpatica Vee, sempre presente con il suo spirito allegro e sdrammatizzante, si può solo che amarla per la sua capacità di smorzare l'atmosfera quando diventa più tesa. L'unico aspetto un po' sgradito è il finale che ti lascia con una curiosità atroce. Un libro stupendo che non vi farà annoiare e vi terrà un'ottima compagnia.
Tra breve la recensione del terzo libro " Sulle ali di un angelo".


In conclusione gli affido 5 dolcetti su 5

lunedì 25 novembre 2013

Recensione: La ragazza fantasma di Sophie Kinsella

INTRODUZIONE
Scrittrice:  Sophie Kinsella
Titolo:  La ragazza fantasma
Genere: Contemporary Romance
Numero Pagine: 396
Costo: 19,50€
Casa Editrice: Mondadori
Prima Edizione: Agosto 2009
Giudizio Personale: 5 dolcetti su 5


TRAMA
A ventisette anni, niente funziona nella vita di Lara. Il fidanzato l'ha lasciata, ma lei non si arrende e lo perseguita con messaggi e telefonate, la società di cacciatori di teste che ha aperto con la sua migliore amica non decolla, la socia ha pensato bene di trasferirsi a Goa lasciandola in un mare di guai e la sua famiglia la considerà un po' picchiatella... Quando si trova costretta dai genitori ad andare al funerale di una vecchia prozia di centocinque anni che non ha mai conosciuto, Lara sente di aver toccato il fondo. Durante la funzione, però, succede qualcosa di incredibile: le appare una ragazza bellissima, diafana, vestita con l'accurata ed eccentrica eleganza degli anni Venti, che le chiede con insistenza:"Dov'è la mia collana? Voglio la mia collana!". Chi è questa ragazza? Di quale collana parla? E com'è che solo lei tra i parenti al funerale la vede? Insomma, va bene lo stress, ma addirittura avere le visioni! In effetti l'immaginazione di Lara è sempre stata molto fervida, ma quello che da questo momento le accadrà sorprenderà anche lei. Ciò che ancora non sa è che la misteriosa ragazza comparsa dal nulla, capricciosa, pungente e stravagante, diventerà la sua guida, la sua amica più cara, la confidente perfetta, e che la ricerca dell'agognata collana si trasformerà per entrambe in una sorprendente avventura.
Lo stile inconfondibile di Sophie Kinsella, che l'ha resa famosa in tutto il mondo, si conferma ancora una volta in questo romanzo brillante e venato di una leggera malinconia che arricchisce la scrittura dell'autrice di sfumature inedite. Ma La ragazza fantasma è soprattutto un'adorabile commedia romantica piena di charme e di ironia, che ci regala un duo irresistibile da cui è impossibile non rimanere conquistati.


La storia...

Lara, ragazza ventisettenne dall'animo romantico e dotata di una grande immaginazione, è arrivata in un punto della sua vita dove tutto le scivola dalle mani: Abbandonato il suo lavoro nel Marketing e investito tutti i suoi risparmi in una società di cacciatori di teste (L&N Executive Recruitment) con la sua amica Natalie, che l'ha piantata in asso andando in vacanza a Goa innamorandosi di un bellone da spiaggia, si ritrova a gestire la società da sola in preda al panico in quanto non ha la stessa efficienza di Natalie. Josh, il suo bellissimo ragazzo che ha conosciuto ad una festa, l'ha mollata senza nessuna spiegazione e lei, testardamente, convinta che si trattasse solo di un breve periodo di crisi e che presto sarebbero tornati insieme, l'assilla mandandogli minimo tre messaggi al giorno. In tutto questo a fare pressione c'è la costante preoccupazione dei suoi genitori, specialmente la madre da sempre un tipo apprensivo, che le vogliono far capire di andare avanti, di smettere di pensare al passato e di concentrarsi sulla sua carriera. Lara sente di aver toccato il fondo quando è costretta da loro ad andare al funerale di una sua prozia di centocinque anni, di nome Sadie, che non ha mai conosciuto, in cui, per di più, deve sopportare i finti sguardi di preoccupazione della sorella Trudy, la quale non perde occasione per gongolarsi davanti a lei. Non avendo altra scelta si reca al funerale e si rende conto con un po' di tristezza e senso di colpa che la povera Sadie non ha ricevuto un minimo gesto di interesse da nessuna delle persone presenti: le quali oltretutto non erano molte. Si trattava, infatti, solamente della sua famiglia e quella dello Zio Bill, grande uomo d'affari che si è costruito, non si sa come, da solo un successo enorme con la sua linea di caffetterie Lington sparse in tutto il mondo. Lo zio Bill è sposato con Trudy e ha una figlia, viziata, di nome Diamantè. 
Durante la funzione, una voce, acuta, imperiosa, con un accento ricercato, dice "Dov'è la mia collana?" interrompendo le sue elucubrazioni. Spaventata dalla situazione Lara si accorge con orrore che quella voce penetrante appartiene ad una ragazza bellissima, esile, vestita con l'eleganza accurata degli anni Venti, che a quanto pare vede e sente solo lei. Dall'incredulità della faccenda cerca di calmarsi dicendosi che è colpa dello stress e che si tratta solo di un' allucinazione. Ma con sua grande sorpresa la ragazza capricciosa e stravagante non è altro che la sua prozia Sadie, che la coinvolgerà alla ricerca ossessiva della sua collana che si trasformerà in una vivace avventura per entrambe. Un'avventura in cui Lara, ritrova se stessa, scopre importanti e scioccanti rivelazioni, allontana false amicizie e conosce il vero amore.


I miei pensieri...

Ben ritrovati cari lettori!! Ho appena concluso questa piacevole lettura e mi viene solo da dire "un altro capolavoro della Kinsella perfettamente riuscito!!!". La trama del romanzo è avvincente e originale che ti rapisce immediatamente. Lo stile della scrittrice è sempre lo stesso, uno stile divertente, fluido che ti provoca un immediato sorriso sulle labbra. Una storia emozionante, non c'è che dire. Un aspetto buffo, che noti immediatamente nel corso della lettura, è come la scrittrice tratta la differenza ben accentuata delle due epoche differenti delle protagoniste, nei loro costumi e nei modi di dire. Lara è molto simile ad altri personaggi femminili che abbiamo trovato in altri romanzi della Kinsella. Il personaggio di Sadie mi ha provocato tanta tenerezza, paragonabile a quella che da un bambino, con la sua voglia di vivere, e il suo carattere capriccioso e invadente, proprio come quello dei bambini. Nei panni della figura maschile abbiamo Ed, un uomo serio che incute un certo timore, ma che in realtà è solo apparenza in quanto è un uomo a cui è stato spezzato il cuore e che Lara riuscirà a fargli tornare la voglia di vivere. La sua posizione da uomo rispettabile e di un certo livello dal punto di vista economico, è messa in ridicolo da Sadie, la quale si è presa una cotta per lui, e lo costringe a fare cose, di cui tu puoi solo che ridere. Un romanzo che merita assolutamente la lettura capace di farti ridere da sola come una pazza, ma anche commuovente con un insegnamento morale, che ti fa capire l'importanza della famiglia e che dentro a ogni persona anziana c'è uno spirito giovanile.


In conclusione gli affido 5 dolcetti su 5

domenica 17 novembre 2013

Recensione: "Shadows" di Jennifer L. Armentrout


INTRODUZIONE   
Scrittrice:  Jennifer L. Armentrout
Titolo:  Shadows (Prequel di Obsidian - Serie "Lux")
Genere: Fantasy
Numero Pagine: 171
Costo: 12,00€
Casa Editrice: Giunti Y
Prima Edizione: Novembre 2013
Giudizio Personale: 5 dolcetti su 5


TRAMA
Un amore infinito come l'universo
L'ultima cosa che Dawson Black si sarebbe aspettato era Bethany Williams. Come forma di vita aliena sulla Terra, Dawson e il suo gemello Daemon trovano che le ragazze umane siano... un passatempo divertente. Ma innamorarsi di una di loro sarebbe folle. Pericoloso. Allettante. Irrinunciabile. Bethany viene dal Nevada, e l'ultima cosa che cerca nel West Virginia è l'amore. Ma ogni volta che i suoi occhi incntrano quelli di Dawson si scatena un'attrazione innegabile. E anche se i ragazzi sono una complicazione di cui farebbe volentieri a meno, non riesce davvero a stare lontana da lui. Attratta. Desiderata. Amata. Dawson però nasconde un segreto inconfessabile che non solo può cambiare l'esistenza di Bethany, ma anche mettere in pericolo la sua vita. Si può rischiare tutto per una ragazza umana? Si può sfidare un destino inesorabile come l'amore?
Nel suo stile brillante e coinvolgente, Jennifer L. Armentrout ha voluto regalare questo romantico prequel di Obsidian ai numerosissimi fan della serie "Lux". Una splendida storia d'amore che vi farà divertire e versare qualche lacrima.


La storia...

Bethany, ragazza introversa, semplice, dolce e con una passione per la pittura e i biscotti, viene dal Nevada. Con la madre Jane Williams, giovanissima e fissata con le pulizie, si trasferisce nel West Virginia per seguire la malattia dello zio Will (a lei estraneo). Non ha mai conosciuto il suo vero padre e ha un fratellastro di due anni, Philippe per il quale nutre un grande affetto. In campo sentimentale Bethany non fa dei ragazzi una sua priorità, e, dopo una delusione del suo ex ragazzo Daniel, l'ultima cosa che vuole è l'amore. Però, arrivata nel nuovo ambiente scolastico, in classe, posa gli occhi su due gemelli apparentemente identici, Dawson e Daemon  Black. Ma caratterialmente, questi, sono molto diversi: il primo, è socievole con gli umani, proprio come la sua sorellina Dee, ragazza piena di energia e voglia di amare, mentre il secondo, considera la razza umana inferiore ma al tempo stesso una minaccia, si prende cura dei suo fratelli come se fosse un "padre" e si occupa di proteggerli ad ogni costo. Ma questa protezione non durerà quando Dawson vedrà Bethany, rimanendone incantato. Solitamente lui e Daemon considerano le ragazze umane solo un passatempo e non pensano minimamente ad avere una relazione con loro per le gravi conseguenze che possono accadere. Cacciando questi pensieri Dawson, non resiste al fascino di Bethany, con il suo bel sorriso e i suoi occhi color cioccolato, e si getta in questa allettante ma pericolosa relazione. Anche per Bethany è difficile resistergli, con quello sguardo intenso e soprannaturale che gli fa venire i brividi, il sorriso disarmante e i muscoli scolpiti. Ma un giorno Dawson, perde il controllo ed è costretto a rivelare a Bethany una verità sconvolgente: è un Alieno. Bethany scioccata dalla notizia, invece di scappare da lui, pare incuriosita e questo fa rafforzare i sentimenti di Dawsn per lei. La coppia va avanti lottando contro le continue prediche di Daemon, il quale sostiene che il fratello fosse pazzo e ricordandogli delle gravi conseguenze a cui andava in contro, e anche le prediche dei Thompson non mancano, arrivando a minacciare perfino Bethany.
Il destino non tardò ad arrivare....


I miei pensieri...

Finalmente ecco il prequel di Obsidian ( qui la recensione, ) Shadows, di Jennifer L. Armentrout. Questo libro mi ha delusa non tanto per la storia, quanto per la piccola dimensione del romanzo, rendendo l'esposizione molto frettolosa e, per quanto mi riguarda, non mi ha fatto "affezionare" bene alla relazione dei due protagonisti, non coinvolgendomi emotivamente più di tanto. Detto questo, nel libro vediamo raccontata la storia del fratello di Daemon (L'affascinante alieno di Obsidian), Dawson e di Bethany ( personaggio non nuovo  per chi ha letto Obsidian). A parte la mia critica, sopra citata, questo libro mi è piaciuto per il suo stile semplice, fluido e la capacità della scrittrice di far aumentare la curiosità del lettore con un susseguirsi di eventi d'azione, che ti portano a divorare questo romanzo in una lettura emozionante. Per non farti annoiare ci pensano i dialoghi tra i personaggi attivi e divertenti. La storia è raccontata in terza persona dal punto di vista di Dawson, Bethany e qualche intromissione da parte di Daemon. La vicenda si svolge un anno prima degli avvenimenti di Obsidian e leggendo Shadows si capiscono molti interrogativi che ci aveva lasciato il primo volume. Una lettura leggera che consiglio a tutti. Aspetto impaziente "Onyx":)


In conclusione gli affido 5 dolcetti su 5