domenica 1 dicembre 2013

Recensione: Sulle ali di un angelo di Becca Fitzpatrick

INTRODUZIONE
Scrittrice:  Becca Fitzpatrick
Titolo:  Sulle ali di un angelo (3#Hush Hush)
Genere: Fantasy 
Numero Pagine: 366
Costo: 17,00€
Casa Editrice: Piemme
Prima Edizione: 2011
Giudizio Personale: 4 dolcetti su 5


TRAMA
Nutrita dall'odio e dal disprezzo, la guerra fra Nephilim e angeli caduti rischia di travolgere gli esseri umani. E anche se le incomprensioni fra Nora e Patch sono finite, per i due giovani amanti le prove diventeranno sempre più difficili. Il momento che a lungo hanno cercato di rimandare, quello in cui è necessario affrontare i segreti nascosti nel passato di entrambi, è arrivato. Insieme sono chiamati a una sfida apparentemente impossibile: riunire due mondi inconciliabili, da secoli in lotta fra loro e disposti a tutto pur di vincere. Nessuna remora, nessuna pietà. Patch e Nora, che per nascita o per forza combattono nei due schieramenti opposti, sono costretti a scegliere se cedere al tradimento o dimenticare un amore che trascende i confini fra cielo e terra. Armati solo della propria fede l'uno nell'altra, la ragazza e il suo angelo sono chiamati a una battaglia disperata contro ciò che ha il potere di distruggere tutto quello per cui hanno lottato.


La storia...

Nora si risveglia in un cimitero in stato confusionale e viene portata dalla polizia in ospedale dove si accorge con orrore che è stata rapita per tre mesi e che non ricorda assolutamente nulla riguardo all'accaduto. Giustifica il fatto con la convinzione che l'uomo, di cui non ricorda i dettagli e che l'ha tenuta prigioniera per tutto questo tempo, l'abbia indotta in qualche modo a dimenticare. Tuttavia, qualcosa non torna: la ragazza non riesce a ricordare nulla di ben cinque mesi della sua vita, nonostante il rapimento ne sia durato solo tre. Tutti i suoi ricordi sono andati... anche il ricordo di Patch. Non capendo perché la sua memoria abbia cancellato due mesi di troppo, Nora non si lascia sopraffare dallo sconforto e decide di investigare per riordinare i frammenti di puzzle nella sua testa, facendosi aiutare da Scott. Mentre cercherà disperatamente di ricordare le cose, Nora si ritroverà spesso in situazioni pericolose dove incontrerà sempre un ragazzo di nome Jev. La ragazza, non sapendo il perché si sente subito attratta da Jev, dalla sua risata, dai suoi occhi penetranti, dalla sensazione di sicurezza e familiarità che le trasmette. Quello che alla ragazza sfugge è che Jev è il suo Patch. La vita di Nora si agita ancora di più quando scopre che la madre ha una relazione con Hank Millar, padre di Marcie, e nonostante sospetta che ci sia qualcosa sotto, non riesce a mettere a fuoco il problema. Ma tante cose sfuggono a Nora e una di queste è il terribile piano che prevede la ribellione dei Nephilim contro gli angeli caduti.


I miei pensieri...

Eccoci arrivati finalmente alla recensione del terzo e penultimo volume intitolato "Sulle ali di un angelo",della saga"Hush Hush" sugli angeli caduti che ha riscosso un grandissimo successo e che ha appassionato migliaia di lettori. Questo libro si apre con un prologo in cui ci viene spiegato bene cosa succede nei tre mesi seguenti all'incontro di Patch e Nora con Hank Millar, avvenuto nella casetta di Patch al Delphic. Una parte abbondante del libro è impiegata nel descrivere l'amnesia di Nora, rendendo un po' lenta e noiosa la lettura mettendo a dura prova la pazienza del lettore. Ad essere sincera non mi è piaciuta l'amnesia di Nora, facendomi crescere dentro un pochino di delusione. Comunque, nonostante ciò, la scrittrice ha saputo ricompensare con le scene riguardanti Jev/Patch e Nora che sono a dir poco splendide*_*. Ritroviamo la tenera Nora che mostra vulnerabilità ma determinazione nell'affrontare il suo problema della memoria. Il tenebroso Patch, che diventa più maturo. La simpatica Vee, portatrice di allegria, che purtroppo non si mostra con costanza nel libro. Qui approfondiamo meglio alcuni personaggi, come quello di Scott, che si rivela essere, a differenza del primo, un amico d'oro aiutando Nora con la sua amnesia.  La seconda parte del romanzo è, invece, più scorrevole, più incalzane piena di avventura e mistero.
Come sempre un libro di grande impatto, ma rispetto ai precedenti un pochino carente.
Clicca qui per vedere la recensione de "Il bacio dell'angelo caduto"
Clicca qui per vedere la recensione de "Angeli nell'ombra"


In conclusione gli affido 4 dolcetti su 5

Nessun commento:

Posta un commento

Il vostro pensiero è importante ◕‿◕
Lasciate un commento e vi risponderò con piacere ❤