martedì 22 dicembre 2015

Rubrica: #14 Teaser Tuesday


Ciao carissimi, le ferie finalmente sono arrivate anche per me *evvivaaa*, oggi ho avuto la mia ultima lezione all'università e da domani finalmente godrò di sano e meritato riposo. Ultimi aggiornamenti: sono riuscita a far mangiare le mie piccoline (tartarughine per chi non lo sapesse) *-*. Molto probabilmente non mangiavano a causa del freddo. L'ho dedotto perché questi ultimi giorni che ha fatto belle giornate hanno mangiucchiato qualcosina in più rendendomi la donna più felice del mondo :'). Come ogni martedì, torna la rubrica Teaser Tuesday ideata dal blog Should Be Reading. Ripeto sempre che la rubrica consiste nel riportare un pezzetto del libro che si sta leggendo rispettando le seguenti regole.

REGOLE:
- Prendi il libro che stai leggendo;
- Aprilo in una pagina a caso;
- Condividi qualche frase di quella pagina;
- La frase non deve contenere spoiler;
- Condividi il titolo e l'autore.

"Tutto quello che siamo" di Federica Bosco 


Andai a letto e mi misi subito a controllare se Christo fosse online. Ovviamente, c'era. E come aveva previsto Ginevra, era frustrante sapere che era lì col cellulare in mano, ma stava chattando con qualcun'altra. Scrivergli sarebbe stato un po' come interromperlo mentre faceva sesso con quella, materializzandomi accanto a lui. Spensi il telefono e lo appoggiai sul comodino. E dopo tre minuti lo riaccesi e ricontrollai Whatsapp. E porca miseria era sempre online! Spensi di nuovo e provai a dormire, ma il litigio al piano di sotto impazzava e questo mi fornì la scusa per riaccendere il telefono con il pretesto di vedere che ore fossero. E di nuovo quello stronzo era online. Mi alzai, presi un foglio e disegnai Christo, una ragazza e me tutti dentro al suo letto che chattavamo fra noi col cellulare. Mi venne da ridere. Ma poi ripresi il cellulare. Online. Cazzo. Il cervello comincio ad arrotolarsi su se stesso in cerca di qualcosa di carino da dire o meglio da non dire, finché optai per una stupida faccina. :) . E non successe niente per molti secondi e molti minuti. Le spunte rimanevano grigie e lui era sempre online, segno che aveva visto di sicuro il mio messaggio, ma non si era nemmeno degnato di aprirlo. E ora stavo malissimo. Ma perché non esistevo più per lui? Perché ero scesa in decima posizione? In fondo non lo avevo più cercato da due giorni dando prova di grande autocontrollo. Non era questo che volevano sempre i maschi dalle ragazze? Che non fossero appiccicose? Che non li stressassero? Ero andata a casa sua, avevo fatto sesso con lui ed ero sparita. Meglio di così! Continuai ad aprire e chiudere Whatsapp per almeno un'ora e mezzo, poi finalmente, il suono di un messaggio. E DORMI SCEMA CHE TANTO NON TI SCRIVE!GI

Cosa ve ne pare?E voi? Cosa state leggendo? *-*
Tantissimi baci :)xx

Nessun commento:

Posta un commento

Il vostro pensiero è importante ◕‿◕
Lasciate un commento e vi risponderò con piacere ❤