lunedì 12 dicembre 2016

Recensione: "E' solo una storia d'amore" di Anna Premoli

INTRODUZIONE
Scrittrice: Anna Premoli
Titolo: E' solo una storia d'amore
Genere: Contemporary Romance
Serie: Autoconclusivo
Numero Pagine: 320
Costo: 4,99 / 9,90€ 
Casa Editrice: Newton Compton
Prima Edizione: 3 Novembre 2016
Narrazione: Prima persona, pov alternati Laurel/Aidan
Giudizio Personale: 5 dolcetti su 5

TRAMA 

Dall'autrice del bestseller Ti prego lasciati odiare
Numero 1 in classifica

Cinque anni fa Aidan Tyler ha lasciato New York sul carro dei vincitori, diretto verso il sole e il divertimento della California. Fresco di Premio Pulitzer grazie al suo primo libro, coccolato dalla critica e forte di un notevole numero di copie vendute, era certo che quello fosse solo l’inizio di una luminosa e duratura carriera. Peccato che le cose non stiano andando proprio così: il suo primo libro è rimasto l’unico, l’agente letterario e l’editore gli stanno con il fiato sul collo perché consegni il secondo, per il quale ha già incassato un lauto anticipo. Un romanzo che Aidan proprio non riesce a scrivere. Disperato e a corto di idee, in cerca di ispirazione prova a rientrare nella sua città natale, là dove tutto è iniziato. E sarà proprio a New York che conoscerà Laurel, scrittrice di romanzi rosa molto prolifica. Già, “rosa”: un genere che Aidan disprezza. Perché secondo lui quella è robaccia e non letteratura. E chiunque al giorno d’oggi è capace di scrivere una banale storia d’amore… O no?

Il nuovo scoppiettante e romanticissimo romanzo di Anna Premoli
Un’autrice da mezzo milione di copie
Vincitrice del Premio Bancarella

Tanti auguri a me, tanti auguri a me, tanti auguri a Nicky, tanti auguri a me!!!!! *Clap**Clap**Clap*


Readers, ebbene sì, oggi è il mio compleanno *-*. Raggiungo anche io il traguardo dei vent'anni. La gente è convinta che una persona il giorno del proprio compleanno debba fare cose straordinarie, diverse dal solito. E' il TUO giorno speciale e deve essere indimenticabile. Ecco... io oggi non farò un bel niente di così memorabile, a parte regalarvi una deliziosa recensione appena finito il mio sproloquio ahah. Ma sono felicissima così. Mi piace da impazzire quello che faccio e sono circondata da persone che, anche se non possono essere qui con me oggi per questioni lavorative, mi amano e mi sostengono sempre. E' una seccatura che il proprio compleanno capiti di lunedì, non trovate? xD. Comunque menomale che ci siete voi a tenermi compagnia <3 E ora, si parte con la recensione!!

La mia recensione...



Moooolto ma mooooolto lentamente sono riuscita a terminare il nuovo romanzo di Anna Premoli, E'solo una storia d'amore. Lo dico con così tanta enfasi perché, veramente, ci sono stata per settimane. Non perché non mi sia piaciuto, anzi, tutt'altro, ma perché non ho avuto abbastanza tempo in questi giorni da dedicare alle mie letture. Ora che l'ho terminato, posso dirvi il mio parere. Ho iniziato a leggere questo libro perché volevo andare a colpo sicuro, scegliendo una lettura che sapevo non mi avrebbe contrariata. Dai primi romanzi, questa scrittrice si è subito fatta notare per il suo stile semplice e brioso. Perciò non è così inaspettato che io abbia scelto di buttarmi a capofitto su questa new entry firmata Anna Premoli. E non ho sbagliato perché, signore e signori, questo libro mi è piaciuto veramente tanto. Io non leggo libri da "Pulitzer" (per restare in tema), chi mi conosce lo sa, ma sono una fanatica del rosa a tutti gli effetti, perciò ho tanto apprezzato la storia e il personaggio femminile di Laurel e del suo gruppo di amiche del ROSA. Far capire alla gente che il rosa non è per donnine deboli e sentimentali, ma che rappresenta un genere degno di tutto rispetto, l'ho molto gradito. Io, che leggo rosa dalla mattina alla sera, sono una sognatrice e mi piace credere che là fuori ci sia veramente qualcuno capace di essere come quegli eroi romantici che trovo nei libri. Quei luoghi comuni tipici del rosa possono davvero essere reali. Sento in giro persone che mi raccontano di come hanno incontrato la loro dolce metà e, vi giuro, più degli incontri che ascolto sembrano essere usciti da un romanzo. Non mi reputo debole, so anche essere molto razionale all'occorrenza, e non mi vergogno affatto di dire che amo i romanzi rosa. Il libro ti porta a divorare le pagine una dietro l'altra, grazie ad uno stile semplice e allegro. Aidan è un personaggio che mi ha fatta sorridere e innamorare. Posso dire che il libro non è semplicemente solo una storia d'amore. E' un romanzo divertente, sarcastico, ironico e incredibilmente romantico. I dialoghi di Aidan e Laurel sono frizzanti e pungenti. La tensione sessuale è alle stelle! Anna Premoli non si è smentita neanche questa volta. La regina del romanzo rosa italiano, l'inarrestabile scalatrice di classifiche è tornata alla carica. Leggere per credere!

PS. La scrittrice ci ha fatto sapere che ha in mente di scrivere la storia tra Norman e Alex!! Io non vedo l'ora di leggerla, e voi?


In conclusione gli affido 5 dolcetti su 5
Meraviglioso

domenica 11 dicembre 2016

Christmas is coming...chiacchieriamo!


Buona domenica Readers <3
scusate se ultimamente non sono tanto presente sui social e sulla blogosfera, ma sono sommersa dallo studio. Ho due esami da preparare in una settimana e sto impazzendo letteralmente. Mi sono barricata in casa e sto conducendo la vita di un eremita con l'obiettivo di sfuggire alle tentazioni ma, nonostante i miei sforzi, sto fallendo miseramente. Non è colpa mia, lo giuro, ma di Facebook e di Youtube che mi distraggono in continuazione >.< E poi, proprio ora, stanno trasmettendo Animali fantastici e dove trovarli *-* quindi... come posso concentrarmi?!? Comunque, seriamente, il 19 Dicembre, quando tutto questo sarà finito, l'attività nel blog tornerà alla normalità (e anche io), ma fino ad allora...capitemi xD. Sappiate, inoltre, che questo post lo sto scrivendo per fare due chiacchiere, visto che non ho avuto la possibilità di condividere niente per l'Immacolata e tutto il resto. Che persona orribile che sono T.T .Proprio come il nostro Voldy...


Giuro che non riesco a smettere di guardarlo da cinque minuti LOL!! 
Dunque, anche quest'anno ho deciso di fare solamente l'albero di Natale e ho messo qualche lucina e altre decorazioni varie sparse per il resto della casa. Il presepe ormai sono anni che non lo faccio più, un po' per pigrizia e un po' per il poco spazio disponibile. Comunque, ho bilanciato la mancanza con un albero gigantesco tutto colorato*-*. Da sempre scelgo di appendere all'albero decorazioni di vario genere e non solo le palline. Non ho mai fatto l'albero monocromatico. Non mi dispiacerebbe l'idea sinceramente, ma ho sempre fatto in questo modo ed è un po' la mia tradizione. Una tradizione che comprende anche ascoltare i brani natalizi durante la creazione dell'opera. Nella mia playlist di Natale regna Mariah Carey, Christina Aguilera, Wham!, Britney Spears e il grande Michael Bublé <3 Non è Natale senza di loro!


Inoltre, quest'anno (incredibile ma vero) ho già fatto tutti i regali e stanno già belli comodi sotto l'albero^^ Stranamente non ho la più pallida idea di cosa vorrei che mi fosse regalato per  le feste. Non è strano?, solitamente mi vengono in testa un sacco di cose di cui potrei avere bisogno ma, ovviamente, con l'avanzare delle feste, queste cose iniziano a sfumare fino a scomparire. Che nervi aha. Com'è il vostro alberello?** Ragazzuoli oggi va così, con questo post "chiacchiericcio". Vi lascio con tre semplici domandine/curiosità sul Natale che toccano tutto quello di cui ho parlato prima. Un bacione <3

1. Albero monocromatico o colorato?
2. Canzoni natalizie preferite?
3. Albero o presepe?


martedì 6 dicembre 2016

Cosa? Ho aperto un canale Youtube!

Buon..salve Readers <3
Dato che non ho la più pallida idea di quando pubblicherò questo post, lascio a voi interpretarlo ahah. Come state ragazzuoli? Io mi sto pian piano riprendendo da un piccolo malanno di stagione >.< Odio starmene ferma a letto per giorni. Il bello è che non ho potuto nemmeno leggere perché proprio non ce la facevo. L'unica cosa che potevo fare era dormire e questo ho fatto per due giorni interi.


Fortunatamente da domani si ritorna a lavoro! Che cosa bizzarra da dire o.O. Comunque oggi voglio presentarvi il mio nuovissimo canale Youtube*-* Ebbene sì, l'ho fatto. Mi sono decisa finalmente ad aprire il canale. Ovviamente non ci metterò la faccia *mi imbarazzerei troppo* Ho aperto il canale esclusivamente per creare i Booktrailer. Fantasticavo da tempo su quest'idea e alla fine ho deciso di concretizzarla. Per rimanere aggiornati sui video basta che teniate d'occhio di tanto in tanto la pagina "Booktrailer" in alto, oppure che vi iscriviate direttamente al canale. Mi farebbe molto piacere avere il vostro supporto anche su YouTube <3


Cosa ve ne pare? Io sono gasatissima per questa nuova iniziativa*-*
Nel frattempo vi auguro buone letture <3 <3

venerdì 2 dicembre 2016

I Pokémon arrivano al McDonald's!!

Buonasera Readers <3


*RULLO DI TAMBURI* 


Pokémon, Pokémon e ancora Pokémon

Si vociferava, già da alcune settimane, che oggi, 2 Dicembre 2016, negli Happy Meal della famosa catena di fast food McDonald's, si sarebbero trovati i piccoli Pokémon in miniatura. Ma non solo. Oltre al Pokémon da collezione, sarà presente nella bustina anche una carta del gioco di carte collezionabili. Una notizia preziosissima per tutti i giocatori e appassionati del gioco e della serie. Personalmente non vedo l'ora di essere davanti alle casse del McDonald's u.u. Ho visto nel video di Polish Star Wars Collector l'anteprima di presentazione dei mostriciattolini Nintendo e sono tutti bellissimi. Vi lascio il video qui sotto per farvi un'idea :)



Lascio a voi la parola Readers. Ma avete visto Squirtle che cos'è?!? Per non parlare di Togepi *-* Non saprei dire quale sia il mio preferito <3 <3. Vediamo ora l'elenco completo dei Pokémon disponibili dalla catena di fast food.

  • Squirtle
  • Meowth
  • Dedenne
  • Vulpix
  • Torchic
  • Scraggy
  • Psyduck
  • Eevee
  • Togepi
  • Piplup
  • Jigglypuff
  • Fennekin
  • Snivy
  • Totodile

Allora Readers, pronti per la grande abbuffata di hamburger?! Io ho già parlato con il mio stomaco, ordinandogli di fare il bravo e di ospitare più panini possibili per le prossime settimane e.e. 



Vi mando un grosso bacio <3



domenica 27 novembre 2016

Recensione: "Ti amo ma non posso" di Cecile Bertod

INTRODUZIONE
Scrittrice: Cecile Bertod
Titolo: Ti amo ma non posso
Genere: Contemporary Romance
Serie: Autoconclusivo
Numero Pagine: 384
Costo: 4,99 / 9,90€ 
Casa Editrice: Newton Compton
Prima Edizione: 10 Novembre 2016
Narrazione: Prima persona pov Sam, Terza persona pov Dave
Giudizio Personale: 5 dolcetti su 5

TRAMA 

Dall’autrice del bestseller Non mi piaci ma ti amo

Sam lavora da quattro anni al «Chronicle» e, dal primo momento in cui l’ha incontrato, è segretamente innamorata di Dave, il vicedirettore del giornale. Nonostante faccia qualsiasi cosa per essere notata, non sembra avere speranze: è timida, insicura e un po’ troppo in carne, mentre Dave ama il lusso, le modelle e ai sentimenti preferisce i flirt di una sera. Quando lo vede in TV accanto a una donna bellissima, Sam si rende conto che non può continuare a sprecare il proprio tempo dietro a un sogno irrealizzabile. Basta con Dave! Durante la settimana della moda di San Francisco, che vede Dave e Sam presenti per lavoro, il bel giornalista scopre però una ragazza che non sospettava esistesse: Sam è molto di più della schiva e silenziosa redattrice sempre infagottata nella sua felpa di pile. Ma anche per lei quei giorni saranno decisivi. Forse ha più d’un motivo per credere in se stessa. E forse c’è qualcuno che, molto prima di Dave, se n’era già accorto…



La mia recensione...
Buona Domenica Readers <3
Perdonatemi se ieri non mi sono fatta viva per la rubrica dello Shopping Books, ma sono tre giorni interi che non mi do tregua per apportare dei cambiamenti di grafica al blog. Tra html e codici ho il cervello fuso >.< Ho concluso solo questa mattina il lavoro e posso ritenermi abbastanza soddisfatta! Cosa ve ne pare? Vi piace? *vi prego ditemi di sì*. Questa notte ho fatto nottata, sono andata a dormire alle quattro del mattino perché non riuscivo a staccarmi dal nuovo romanzo di Cecile Bertod, Ti amo ma non posso. Che ve lo dico a fare, col senno di poi non si è rivelata una mossa furbissima perché ora riporto sul viso i segni del post lettura a seguito di una notte in bianco. Quali? Occhi pensanti, costante sensazione di sonno e due borse enormi sotto gli occhi (forse anche per le ore passate al pc in questi giorni). Comunque, non riesco a pentirmene di aver sacrificato ore del mio sonno e questo può voler dire solo una cosa: libro promosso!!


Cecile Bertod l'ho conosciuta grazie al suo primo bestseller, Non mi piaci ma ti amo, che mi è abbastanza piaciuto. Tuttavia, Ti amo ma non posso si è rivelato essere una bellissima sorpresa. La storia rappresenta uno dei comunissimi cliché, in cui abbiamo l'impiegata che si innamora del suo affascinante capo, bello e impossibile. Inoltre, la scrittrice, insoddisfatta, ha aggiunto un elemento in più, il triangolo amoroso!! Chi va pazza per questi cliché, avete trovato con questo libro pane per i vostri denti. Io sono una di quelle. Mi è piaciuto molto, soprattutto per lo stile divertente e allegro usato dalla Bertod. Il suo modo di scrivere somiglia molto a quello della Kinsella, scrittrice che io adoro alla follia. Il libro mi ha regalato ore piacevolissime, grazie a personaggi esilaranti. Ho riso come una pazza!! Sam, Dave e Al sono dei protagonisti perfettamente riusciti e molto verosimili. E' impossibile non rispecchiarsi in Sam: una donna in perenne conflitto con il proprio peso, innamorata di un uomo irraggiungibile e che sogna di fare carriera. Dave e Al sono entrambi affascinanti a modo loro: Dave è arrogante, bellissimo e presuntuoso, mentre Al è dolce e premuroso. Il libro si fa leggere molto facilmente e riesce a prenderti dall'inizio fino alla fine. Oltre alla storia, allo stile e all'ironia, consiglio di leggere questo libro perché porta con sè un messaggio molto importante: bisogna piacersi per quello che si è e non cambiare per piacere a qualcun'altro. Bisogna amarsi in primis, ragazze! Una storia romantica, dolce e divertente. Consigliatissima!


In conclusione gli affido 5 dolcetti su 5
Meraviglioso

giovedì 24 novembre 2016

Recensione: "9 Novembre" di Colleen Hooveer

INTRODUZIONE
Scrittrice: Colleen Hoover
Titolo: 9 Novembre
Genere: New Adult
Serie: Autoconclusivo
Traduzione: Caterina Chiappa
Numero Pagine: 336
Costo: 6,99 / 14,90€ 
Casa Editrice: Leggereditore
Prima Edizione: 20 Ottobre 2016
Narrazione: Prima persona, pov alternati Fallon/Ben
Giudizio Personale: 5 dolcetti su 5

TRAMA 

È il 9 novembre quando, durante un pranzo con il padre, Fallon incontra Ben per la prima volta. È un giorno speciale per lei, non solo perché sta per trasferirsi da Los Angeles a New York, ma anche perché ricorre l’anniversario dell’evento che ha segnato per sempre la sua vita, il terribile incendio che le ha lasciato cicatrici su gran parte del corpo, impedendole di continuare la sua carriera da attrice. Contro ogni previsione, la conoscenza tra i due si trasforma subito in qualcosa di più, ma Fallon sta per partire e sembra esserci tempo solo per il rimpianto. Come per strappare al destino quell’inevitabile separazione, Ben le promette allora che scriverà un romanzo su di loro, proponendole di ritrovarsi il 9 novembre di ogni anno, fino a che non ne compiranno ventitré. È così che ogni 9 novembre i due protagonisti aggiungono un nuovo capitolo alla loro storia, finché qualcosa non arriva a sconvolgere le loro promesse e a mettere alla prova i loro sentimenti, tra i dubbi di Fallon e le mezze verità di Ben.

Colleen Hoover, autrice bestseller #1 per il New York Times, torna con un’indimenticabile storia d’amore tra uno scrittore e la sua insolita musa.




La mia recensione...
Buongiorno Readers <3
come state? Io sono davvero davvero ma davvero felice. Come? Volete sapere il motivo di tanta felicità? Beh, ve lo dico subito. Ieri ho terminato un libro semplicemente stupendo. Uno di quei libri che ti rimane dentro, che ti segna e che si fa ricordare. Era da molto che non mi imbattevo in una lettura di questo tipo e sono veramente contenta di parlarvene oggi. Vi avevo già anticipato qualcosa l'altro giorno nella rubrica del Teaser Tuesday e, ora, a lettura terminata, posso confermarvi per certo il mio giudizio super positivo. Ho conosciuto quest'autrice grazie al suo romanzo Le coincidenze dell'amore che non mi aveva interessato in modo particolare e che mi ha fatto accantonare i suoi romanzi. Dopo aver letto 9 Novembre, mi prenderei a schiaffi per aver giudicato la scrittrice troppo prematuramente. Proseguiamo con ordine. 9 Novembre è un libro molto particolare, un libro che ti racconta una storia originale (alleluja) che si distingue dal mucchio. Ma questo lo si può capire subito dalla trama. Il libro mi ha veramente tenuto incollata alle pagine giorno e notte. Non riuscivo a smettere, è come se fossi stata per tutto il tempo della lettura sotto effetto di una qualche droga irresistibile. Pensavo ai protagonisti in continuazione. Ben e Fallon sono due ragazzi che finalmente ribaltano i comunissimi stereotipi ai quali siamo tanto abituati. Fallon, infatti, rimasta vittima di un terribile incendio, ha la metà del corpo sinistro pieno di cicatrici ben visibili. Ben, invece, è un ragazzo dolcissimo con la passione per la scrittura. Tutt'altra cosa del maschio alfa. La loro storia vi farà emozionare come poche. Garantito! La lettura è fluida e non ti annoia mai, grazie anche a molti colpi di scena del tutto inaspettati. Non so come abbia fatto la scrittrice ad elaborare una trama così arzigogolata dove ogni evento ha un suo perché. Tutto è incastrato e mano mano che si procede nella lettura, ogni tassello torna al suo giusto posto, mostrando un libro da dieci! Mi è piaciuto molto anche il collegamento che Colleen Hovover ha fatto, chiamando il libro di Ben come il suo. Ci sono tantissime altre cose che vorrei dirvi ma, se non tengo a freno la lingua (in questo caso le dita) rischio di fare uno spoiler enorme e noi non vogliamo che succeda, non è vero? Posso dirvi semplicemente che 9 Novembre vi affascinerà e vi farà emozionare, quindi...che aspettate a leggerlo?!


In conclusione gli affido 5 dolcetti su 5
Meraviglioso

domenica 20 novembre 2016

Recensione: "Chiaramente mi innamoro" di Kristen Proby

INTRODUZIONE
Scrittrice: Kristen Proby
Titolo: Chiaramente mi innamoro
Genere: New Adult/ Romance
Serie: With me series#2
Traduzione: Andrea Russo
Numero Pagine: 288
Costo: 4,99 / 9,90€ 
Casa Editrice: Newton Compton
Prima Edizione: 20 Ottobre 2016
Narrazione: Prima persona, pov Jules ( epilogo pov Nate)
Giudizio Personale: 4 dolcetti su 5

TRAMA 

Dall’autrice di Ti porto via con me, bestseller di New York Times e USA Today

With Me Series

Jules Montgomery è troppo impegnata e soddisfatta della sua vita per preoccuparsi di un uomo, in particolare di uno come Nate McKenna. Crescere con quattro fratelli le ha insegnato soprattutto a stare lontano dagli uomini sexy con tatuaggi e motociclette. Se poi l’uomo in questione è il tuo capo, allora le distanze vanno mantenute a ogni costo. A Nate McKenna, invece, non frega nulla del divieto di fraternizzare e di tutte le politiche aziendali. Ha deciso che vuole lei ed è sicuro che la avrà. Purtroppo, durante una notte incredibile, Jules ha violato ogni regola che si era imposta. Può combattere quanto vuole contro Nate, ma sembra davvero che quell’uomo conosca tutte le mosse vincenti della guerriglia amorosa. Metterà a rischio la sua carriera per del sesso (ma era davvero solo sesso?), non importa quanto il suo corpo e il suo maledetto cuore continuino a farla impazzire…



La mia recensione...
Buona domenica Readers,
trovate anche voi le domeniche estremamente rilassanti? Nonostante l'enorme peso che abbiamo dentro dato dalla consapevolezza di tornare a lavoro il giorno dopo, le domeniche restano sacre, perfette per starsene sul divano tutto il giorno con una copertina e un buon libro tra le mani. Oggi sono qui per parlarvi della mia ultima lettura che ho concluso giorni fa. Appena ho chiuso il libro, avevo un sacco di pensieri per la testa, ma, in questo momento, non me ne viene in mente nemmeno uno. NOTA BENE: Ecco perché è sempre meglio appuntarsi passo passo ciò che ci frulla nella testa!! L'unica cosa che so per certo è che questo libro mi è piaciuto molto di più del primo della serie. Ed è un fatto stranissimo dato che i primi volumi sono (di norma) i più riusciti e che è sempre difficile tenere alto l'interesse nel lettore per la storia. Curiosi di sapere nel dettaglio come l'ho trovato? Allora procedete con la lettura <3



Chiaramente mi innamoro mi ha fatta ricredere e perfino rivalutare la serie. Ero tentata di abbandonarla dopo il primo libro, un pochino piatto e noiosetto, ma, vedendo anche l'input lanciato per la storia di Will e Meg, sono convinta che finirò con il leggere anche il terzo volume. Questo romanzo è riuscito a coinvolgermi molto di più, grazie ad una storia più intensa e a protagonisti più stuzzicanti. Jules e Nate sono molto più attivi rispetto a Luc e Natalie. Il libro rivela la storia combattuta tra Jules, la migliore amica di Natalie (conosciuta nel primo libro) e Nate, il suo sexy super capo (anche lui accennato nel primo libro). Devo dire che sono molto soddisfatta di aver dato un'altra possibilità alla Proby. Tuttavia, ciò che mi fa trattenere dall'assegnare cinque dolcetti pieni è il fatto che sono storie piuttosto simili tra di loro. Costruite allo stesso modo. A cambiare sono solo i protagonisti con i loro temperamenti. Rimane comunque un libro molto erotico e sensuale, ricco di amplessi piccanti. Ogni tanto ci vuole un buon libro leggero e non molto impegnativo per svagare la mente.


In conclusione gli affido 4 dolcetti su 5
Bello

venerdì 11 novembre 2016

Recensione: "Ti porto via con me" di Kristen Proby

INTRODUZIONE
Scrittrice: Kristen Proby
Titolo: Ti porto via con me
Genere: New Adult/ Romance
Serie: With me series#1
Traduzione: Andrea Russo
Numero Pagine: 320
Costo: 1,99 / 9,90€ 
Casa Editrice: Newton Compton
Prima Edizione: 27 Agosto 2015
Narrazione: Prima persona, pov Natalie ( epilogo pov Luke)
Giudizio Personale: 3 dolcetti su 5

TRAMA 

L’autrice bestseller del New York Times e di USA Today

Tra Notting Hill e Cenerentola, un romanzo romantico, divertente e imperdibile

Natalie Conner non si aspettava di certo di essere aggredita in malo modo da uno sconosciuto solo per aver scattato qualche foto sulla spiaggia. Ma chi è questo tipo misterioso e bellissimo? E perché è convinto che Natalie stesse fotografando proprio lui? Luke Williams vuole solo essere lasciato in pace e detesta i paparazzi. Ma quando scopre che la giovane fotografa non ha idea di chi sia lui e si sta  imitando a immortalare il paesaggio per lavoro, cerca di farsi perdonare da lei per il suo comportamento scorbutico. Ma cosa succederà quando Natalie scoprirà quello che Luke le sta nascondendo?

L’autrice bestseller del New York Times e di USA Today

Tra Notting Hill e Cenerentola, un romanzo romantico, divertente e imperdibile

«Come un buon amante, questo libro è premuroso, riflessivo e profondo!» 

«Il mix perfetto di dolcezza, romanticismo e sesso molto hot!»

Poteva avere tutte le donne che voleva. Tranne lei.





La mia recensione...
Buonasera bellissimi readers, siamo arrivati finalmente a venerdì e questo può voler dire solo una cosa...relax....relax.... e ancora relax!!


Per me vuol dire anche avere il tempo di terminare le recensioni in scrittura e le letture in corso. Badate sto mooooolto indietro e, da un momento all'altro, esploderò improvvisamente con una miriade di post.


Questa sera è il turno di Ti porto via con me di Kristen Proby. Ho rimandato la stesura di questa recensione per troppo tempo e direi che è arrivato decisamente il momento di sganciare la bomba! Il libro apre la lunghissima serie (composta, se non sbaglio, da otto romanzi) With me series, che toccherà tutti i personaggi trovati in questo primo volume. Sarò schietta e sincera. Non mi trovo del tutto d'accordo con l'opinione rilasciata dalla maggioranza delle blogger. Ho letto prevalentemente giudizi negativi nei confronti di questo romanzo. Ne criticavano la storia, troppo banale e noiosa, i personaggi, sdolcinati e in preda agli ormoni, e la narrazione troppo frettolosa. Questi punti hanno portato molte a bocciare questo libro, giudicandolo inverosimile. Per mio conto, dico che non è stato così tremendo. Ho trovato il romanzo della Proby molto leggero, piacevole e con la giusta carica di sensualità. Forse anche troppa!! I protagonisti sono ben assortiti. Luke è l'incarnazione della dolcezza, mentre Natalie ha un bel caratterino tosto. Ovviamente come per ogni libro è bene evidenziarne anche i contro. La storia è veramente frettolosa. Non so a voi, ma per me i "momenti" di conoscenza tra i protagonisti sono fondamentali. Qui Luke e Natalie partono in quarta! Insomma, non è  per niente reale. Non è che io, un giorno, mi imbatto in un tipo per caso e questo Pincopallino mi comincia a lusingare con frasi inopportune. Assolutamente NO!!! Inoltre, la storia è monotona e ripetitiva. In breve, i protagonisti passano il 70% del libro a manifestare la loro passione reciproca >.< Quasi nessun colpo di scena, piattezza totale. Mi aspettavo qualcosa in più a livello di storia, qualcosa di più emozionante. Comunque, per ora sto continuando la serie. Giusto l'altro giorno ho iniziato Chiaramente mi innamoro, il libro che riguarda la migliore amica di Natalie, Jules, e Nate, il capo di Jules. Per ora, le basi si preannunciano essere quelle di Ti porto via con me, chissà... forse ci sarà quel qualcosa in più che qui non ho trovato.

In conclusione gli affido 3 dolcetti su 5
Carino

lunedì 7 novembre 2016

+3 Tanti auguri a Passione Per Le Righe ヅ !!


Hola bella gente!! Oggi è un giorno molto importante per me perché esattamente tre anni fa, il 7 Novembre del 2013, ho preso la decisione di aprire questo mio angolino nel web. Non pensavo assolutamente di riuscire a portarlo avanti per tre lunghissimi anni e devo dire che sono molto soddisfatta di me stessa. Il blog è molto importante per me, grazie a lui ho conosciuto persone, blogger e scrittori fantastici. Ho potuto intervistare scrittori stranieri, cosa che credevo impossibile fare, e invece... Ovviamente tutto questo non sarebbe successo se non avessi trovato il giusto supporto, per questo voglio ringraziarvi uno per uno per il vostro sostegno. Siete voi, lettori, che mi date la forza di mettere anima e cuore in quello che faccio. Purtroppo non dedico tutto il tempo che vorrei al mio blog, per i mille impegni personali e professionali, ma sono felicissima del fatto che non mi abbandonate e che mi continuate a scrivere messaggi bellissimi e pieni d'affetto. Siete fantastici!! 
Da quando ho aperto il blog, ho fatto piccoli passi e, in questi anni, sono cresciuta abbastanza. Certo, ho ancora moltissima strada da fare, ma per me va bene così. Ringrazio le persone che mi seguono su Facebook e per chi non lo facesse... Cosa aspettate?!? u.u Scherzi a parte, vi mando un bacione immenso. Quest'anno sono riuscita a toccare la bellezza di 1111 followers*-* G R A Z I E <3 


Tre anni insieme a voi. Tre anni di libri.

Vi capita, in queste occasioni, di tornare a leggere i vostri primi post nel blog? Io è da mezz'ora che sto rileggendo le mie prime recensioni e....pffff, ero una piccola Blogger alle prime armi ... :D
Grazie di cuore a tutti  e ...tanti auguri a Passione per le righe <3


lunedì 24 ottobre 2016

Recensione: "Tutto il resto è amore" di Melanie Marchande

INTRODUZIONE
Scrittrice: Melanie Marchande
Titolo: Tutto il resto è amore
Genere: Contemporary Romance
Serie: Secretary series#1
Traduzione: Arianna Pelagalli
Numero Pagine: 288
Costo: 3,99 / 6,90€ 
Casa Editrice: Newton Compton
Prima Edizione: 29 Settembre 2016
Narrazione: Prima persona, pov Meghan ( un cap. pov. Adrian)
Giudizio Personale: 3 dolcetti su 5

TRAMA 

Secretary Series

Dall’autrice bestseller del New York Times, Wall Street Journal e USA Today

Sto per lanciare un posacenere in testa al mio capo. Sì, perché ho appena scoperto chi c’è dietro i miei bollenti romanzi d’amore preferiti, quelli che leggo solo quando sono da sola, l’unica via di fuga dopo una lunga giornata alle prese con il Capo Infernale. A scriverli non è la dolce Natalie McBride, casalinga di campagna con un talento particolare per le storie piccanti. È lui. Esatto: il mio capo, Adrian Risinger, trentatré anni, sexy da impazzire, irritante miliardario e ragazzaccio che pensa di controllare la mia vita, è anche l’autore di tutte le mie fantasie più profonde e segrete. E, come se questa rivelazione non fosse già abbastanza scioccante, ora il bastardo vuole che impersoni “Natalie” in occasione di una serie di firma copie e incontri. Solo se tengo al mio posto di lavoro, ovviamente.
Ora che ci penso, mi servirà qualcosa di più pesante di un posacenere.


«Se vi piacciono le scene divertenti, geniali, sexy e hot, amerete questo romanzo.»



La mia recensione...
Buonasera readers e buon inizio settimana a tutti! In questo post non mi dilungherò in convenevoli  di circostanza, perché voglio subito passare a parlarvi di questo romanzo della Marchande. C'è tanto da dire, in effetti, su questo libro (e sicuramente qualcosa mi scapperà) che mi ha tenuto occupata per un sacco di tempo!! Premetto dicendo che ho letto recensioni meravigliose su questo romanzo, talmente tante da farmi rivalutare più volte il mio giudizio finale, forse troppo ferreo. Tuttavia, alla fine ha prevalso il mio verdetto di partenza. Scopriamolo insieme. Tutto il resto è amore apre la serie Secretary series, una serie erotica che si rifà a quella intrapresa dalla scrittrice  Natalie McBride, ergo Adrian Risinger, nel libro stesso. Più che un contemporary romance, il libro è un erotico a tutti gli effetti. L'ho iniziato con molto entusiasmo, per via della trama accattivante che mi aveva rapito fin da subito. Mi aspettavo di trovare una di quelle storie intense, romantiche, piccanti, in cui i protagonisti si fanno guerra per poi crollare finalmente l'uno nelle braccia dell'altro. In parte Marchande c'è riuscita a soddisfare le mie richieste, ma dall'altra è stata deludente. Il romanzo si apre molto bene, mi ha preso parecchio e sono riuscita ad andare avanti nella lettura, totalmente rapita. Poi è cominciato il declino... La storia l'ho trovata inconsistente, vuota, sembrava più di leggere un manuale pornografico vietato ai minori di diciotto anni!! Insomma se un romanzo deve avere ( e sono io la prima a dirlo) questi momenti di intimità, è anche vero che questi non devono togliere spazio alla storia. Vi giuro, una storia piatta che si focalizza solo su Adrian e Meghan. Non ci sono coprotagonisti né altro. O se ci sono hanno un'importanza veramente marginale. Quindi sì, mi aspettavo decisamente qualcosa di più. Una storia da vivere e non un manuale di Kamasutra moderno. L'aspetto che non mi fa bocciare del tutto questo romanzo è quello dei protagonisti e del loro modo di approcciarsi. Mi hanno fatta sorridere con i loro diverbi e le loro frecciatine. Adrian lo adorerete perché, sinceramente, a chi non piace il miliardario super sexy?!*-* Meghan invece l'ho trovata banale e ridicola nel suo modo di fare in determinate circostanze. La lettura è scorrevole e il libro è molto leggero. C'è sicuramente di meglio nel mercato, quindi, se siete alla ricerca di una storia d'amore con la A maiuscola, vi consiglio di spostare lo sguardo altrove. Se, invece, vi ritrovate senza niente da leggere (cosa molto improbabile) ve lo consiglio per passare il tempo, in quanto si tratta di un libro molto leggero e molto hot.

In conclusione gli affido 3 dolcetti su 5
Carino

venerdì 14 ottobre 2016

Recensione: "Bugie pericolose" di Becca Fitzpatrick

INTRODUZIONE
Scrittrice: Becca Fitzpatrick
Titolo: Bugie pericolose
Genere: New Adult / Thriller
Serie: Autoconclusivo
Traduzione: Mathilde Bonetti
Numero Pagine: 360
Costo: 17,00€ 
Casa Editrice: Piemme
Prima Edizione: 27 Settembre 2016
Narrazione: Prima persona, pov Stella
Giudizio Personale: 5 dolcetti su 5

TRAMA 

Stella Gordon non è il suo vero nome. Thunder Basin, in Nebraska, non è la sua vera casa. Questa non è la sua vera vita... ma dopo aver assistito all’omicidio dello spacciatore di sua mamma, è stata immediatamente inserita nel programma di protezione testimoni.
Stella però non ha nessuna intenzione di vivere lontano dal fidanzato, per di più in un posto dimenticato da Dio e dagli uomini. Risultato: fa di tutto per irritare chi dovrebbe proteggerla e, più in generale, chiunque incontri. Visto che non si tratterrà laggiù un minuto più del necessario, che senso ha farsi degli amici? Il ragionamento fila più o meno liscio, finché non conosce Chet Falconer che è giovane, dannatamente attraente e, più di ogni altra cosa, detesta le bugie.





La mia recensione...
Buongiorno books, fuori c'è un tempo che promette bufera, ma non importa perché finalmente è giunta al termine la mia settimana! E' da questa mattina, da quando ho messo piede in treno, che aspetto ansiosamente questo momento. Non solo. Lo aspetto anche perché finalmente potrò parlarvi della mia ultima lettura. E' da un po' di tempo che conservo nella mente parole lusinghiere nei confronti di questo romanzo e ora posso tirarle fuori tutte di getto. Inizio dicendo che io provo una grandissima stima nei confronti di questa autrice. Ho letto tutti i suoi romanzi e posso definirmi con orgoglio una Fitzpatrick dipendente. Ovviamente, con tutta questa fiducia che ponevo nei confronti dell'autrice, avevo aspettative molto alte su Bugie pericolose. In questo libro la scrittrice non ci mette davanti né ad angeli caduti affascinanti, incontrati nella serie Hush Hush, né a fuggitivi sexy di montagna che abbiamo riscontrato in Blcak Ice. Oddio, forse Bugie pericolose ha molto in comune con quest'ultimo libro. Infatti ci troviamo davanti ad un altro thriller e abbiamo nuovamente a che fare con fuggiaschi. Ma, in questo caso, la fuggiasca è una sola e corrisponde al nome di Stella Gordon. Inoltre tutti i libri della scrittrice americana, thriller o urban fantasy che siano, presentano una componente romance dolcissima e che qui la troviamo nei panni di Chet Falconer. Insomma, la Fitzpatrick sa padroneggiare e mescolare più generi, dando vita a libri emozionanti e avvincenti. Bugie pericolose ha tutto ciò che un lettore può desiderare: intrigo, romanticismo, azione e morte. Ho apprezzato questo libro per la sua semplicità nel raccontare temi crudi, come la dipendenza da droghe e l'abbandono. Il romanzo è riuscito a prendermi con trasporto fin dalla prima pagina. I personaggi sono stati tutti molto interessanti. Stella è un personaggio femminile molto forte che mi ha conquistato subito. Chet non è stato da meno. La bontà di questo ragazzo trasudava dalle pagine del libro. La lettura è molto scorrevole e, per quanto mi riguarda, non mi ha mai annoiata. Un libro che mi ha tenuto compagnia e che mi ha saputo regalare momenti davvero piacevoli. Lo consiglio davvero a tutte ma, soprattutto, per chi non la conoscesse o non avesse letto ancora niente, consiglio di iniziare da adesso perché, sul serio, non ve ne pentirete.
Ps. Tra tutti, Black Ice è quello che mi è piaciuto di meno per un mancanza di credibilità nella storia, ma è come se la scrittrice se ne fosse resa conto e di conseguenza avesse ritentato, regalando ai suoi lettori questo nuovo appassionante thriller. Missione compiuta!


In conclusione gli affido 5 dolcetti su 5
Meraviglioso

lunedì 3 ottobre 2016

Recensione: "Come lui nessuno mai" di Bethany Chase

INTRODUZIONE
Scrittrice: Bethany Chase
Titolo: Come lui nessuno mai
Genere: Contemporary Romance
Serie: Autoconclusivo
Traduzione: Roberta Zuppet
Numero Pagine: 352
Costo: 10,97/4,99€ 
Casa Editrice: BookMe
Prima Edizione: 12 Luglio 2016
Narrazione: Prima persona, pov Sarina
Giudizio Personale: 3 dolcetti su 5

TRAMA 
Tutte noi ne abbiamo uno. È il Grande Se della nostra vita: l’amore che avrebbe potuto essere e non è stato. Per Sarina Mahler – architetto trentenne di Austin, Texas – si chiama Eamon Roy, occhi penetranti e fisico da urlo scolpito da anni di allenamenti come nuotatore olimpionico. Praticamente perfetto. E imperdonabile, per il modo in cui la lasciò senza preavviso né spiegazioni. Adesso, dopo anni di assenza, Eamon è tornato in città, e pretende che sia proprio Sarina a seguire la ristrutturazione della sua nuova casa. L’occasione professionale è troppo ghiotta perché lei possa permettersi di rinunciare. Tanto più che, fidanzata con l’impeccabile Noah, non ha nulla da temere da Eamon, dal suo famigerato sorriso e dai suoi modi premurosi e attenti, così lontani dal ragazzo brusco e taciturno che ricordava. E allora come spiegare il brivido di pura emozione che le percorre la schiena ogni volta che i loro sguardi si incrociano?


Sexy, sincero, appassionante, Come lui nessuno mai mette in scena il più classico dei triangoli in una commedia piena di humor, di sorprese e di saggezza.


«Fresco e delizioso come un sorbetto nella calura d’agosto.»
Emily Giffin


La mia recensione...


Buonasera miei cari readers, non so dove abbia trovato il coraggio di scrivere questa recensione alle 22.30 di sera, dopo una giornata intera passata tra università e palestra. Non ho più forze e l'unica cosa che vorrei fare in questo momento è buttarmi di peso sul letto e rimanerci fino alle 11 di domani. Fortunatamente domani ho solo due orette il pomeriggio, quindi potrò riposarmi per bene la mattina. Tuttavia, questa sera sono tra di voi per parlarvi del libro di Bethany Chase, Come lui nessuno mai. E' una recensione che mi tengo dentro da un paio di giorni, perciò non vedo l'ora di svelarvi cosa me ne è sembrato (la cover mi piace tantissimo**) Cosa dire su questo libro. Inizio dicendo che non mi ha particolarmente colpita, sono sincera. Mi aspettavo un altro genere di storia con dei protagonisti diversi da quelli che ho riscontrato in questa lettura. Un altro aspetto che non ho gradito è il focalizzarsi troppo, da parte dell'autrice, sulle questioni lavorative di Sarina. Insomma, per chi non se ne intende di architettura, non è il massimo leggere di continuo pagine sul mestiere dell'architetto. Inoltre, concentrandosi nel descrivere con frequenza il lavoro svolto dalla protagonista, la scrittrice, oltre ad essere noiosa, perde l'occasione di descrivere altri momenti riservati a Eamon e Sarina. Avrei gradito più momenti per loro, non sono riuscita a "viverli" al cento per cento. Lo stile adottato dalla scrittrice è molto semplice, regalando una lettura scorrevole e leggera, ma che risulta pesante (appunto) quando si sofferma sulla restaurazione della casa di Eamon. Parliamo dei personaggi. Sarina non mi è piaciuta, l'ho trovata superficiale, egoista e presuntuosa. Eamon, invece, ha tutte le caratteristiche del playboy affascinante. Il finale mi ha lasciata un po' interdetta. Sembra quasi che la scrittrice abbia voluto sbrigarsi a concludere il libro. Peccato, scommetto che se avesse continuato un paio di capitoli in più, il mio giudizio finale sarebbe stato diverso. Comunque, adorati lettori, ve lo consiglio se non siete alla ricerca di qualcosa di impegnativo e se avete voglia di leggere qualcosa di leggero.

In conclusione gli affido 3 dolcetti su 5
Carino