martedì 20 settembre 2016

Rubrica: #23 Teaser Tuesday


Buongiorno Readers, se il buongiorno si vede dal mattino allora vuol dire che questo per me non sarà affatto un bel giorno. Il motivo di tale supposizione? Ho appena scoperto, qui, ora, gli orari dei miei corsi all'università e, porca miseria, non c'è un giorno che mi dica bene. In particolare, il mercoledì tornerò a casa verso le 20.00 di sera!! Senza contare il traffico romano...VOGLIO PIANGERE! A cosa pensavo quel maledetto giorno in cui mi sono iscritta all'università?!? Calma Nicky, stai straparlando e ora non sei lucida per ragionare. A te serve l'università per migliorarti come persona e per realizzarti...come procede la vostra giornata? Scusate i miei interminabili monologhi...Ero impaziente di arrivare a martedì questa settimana perché il libro protagonista del Teaser di oggi è particolare e voglio sapere le vostre opinioni a riguardo. Perciò ora vi lascio al Teaser e noi ci rivediamo alla fine del post.

Questa rubrica è stata ideata dal blog Should Be Reading

REGOLE:
- Prendi il libro che stai leggendo;
- Aprilo in una pagina a caso;
- Condividi qualche frase di quella pagina;
- La frase non deve contenere spoiler;
- Condividi il titolo e l'autore.

"Come sposare un milionario" di Curtis Sittenfeld


"Suona il clacson, così tua madre capisce che la stiamo aspettando" disse il signor Bennet. Erano fermi in macchina nell'ampio viale della villa, in attesa di andare al barbecue dei Lucas. Liz era seduta alla guida della grossa Lexus della madre, il signor Bennet al posto del passeggero e Jane sul sedile posteriore. "Lo sa già" replicò Liz. Il signor Bennet si sporse in avanti e usò il braccio sinistro, libero dal gesso, per pestare il clacson con furia. "Gesù" disse Liz. "Un po' di pazienza, papà!". Per andare dai Lucas, i Bennet avrebbero usato ben tre macchine. Lydia e Kitty sarebbero arrivate sulla Mini Cooper, mentre Mary aveva insistito per prendere la sua Honda ibrida. "Così se papà si stanca e vuole tornare a casa saremo autonomi" aveva approvato la signora Bennet in cucina, mentre Jane si chinava a estrarre dal forno un pan di Spagna alle fragole leggermente afflosciato. In macchina, Liz si girò verso il padre. "Non sei ansioso di incontrare il famigerato Chip Bingley'". "A differenza di tua madre, non m'importa un fico secco di chi sposerete. O se mai vi sposerete" rispose il signor Bennet. "Dio solo sa quanto il matrimonio sia sopravvalutato. Quel che è certo è che per me si è trattato di una fregatura". "Che pensiero carino, papà". Liz gli diede un colpetto affettuoso sul ginocchio. "Grazie per averlo condiviso con noi". La signora Bennet fece capolino sul portone, paonazza e trafelata. "Datemi solo un altro minuto!". Un istante dopo, era scomparsa di nuovo. Nello specchietto retrovisore, Liz fissò Jane. "E tu non sei elettrizzata al pensiero di conoscere Chip?". Jane stva guardando fuori dal finestrino; dall'espressione era difficile capire se fosse contrariata o solo sovrappensiero. D'altra parte non aveva mai partecipato volentieri a quelle schermaglie che tanto divertivano il padre e le sorelle. "Diciamo di sì" rispose mentre la signora Bennet raggiungeva finalmente la macchina.

Come potete vedere, la storia di Jane Austen qui è rivista da Sittenfel in chiave moderna. Mi fa un certo effetto a dir la verità...non so se considerarlo un fattore positivo o negativo. Voi lo avete letto? Che sensazioni vi ha lasciato? Fatemelo sapere nei commenti qui sotto^^
Un grosso bacio...

8 commenti:

  1. A me tutto sommato non è dispiaciuto! Certo, l'originale è sempre l'originale, ma ha il suo perché anche questo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo devo ancora finire quindi non tiro conclusioni affrettate...però, bho...no so mi fa strano leggere i nomi dei personaggi della Austen in contesti moderni. Per dirti, una Lydia che fa utilizzo di Twitter e va a lezioni di fitness. Però glielo concedo alla Sittenfeld: è rimasta coerente con i caratteri definiti dalla Austen.
      PS. Trovo Lydia insopportabile
      Ps. Trovo il signor Bennet esilarante

      Elimina
  2. Ahah anch'io ho appena avuto la (s)fortuna di vedere gli orari del prossimo anno universitario: Delirio totale D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hah mamma mia >.<, facciamoci forza a vicenda <3

      Elimina
  3. aHAHAHAH Ciao e buon mercoledì :) Innanzitutto ti ringrazio per essere passata da me ed esserti iscritta. Quanto roooosa in questo blog, adooooro *.*

    Purtroppo ho già letto un romanzo simile a questo, e che dire, Orgoglio e Pregiudizio è intoccabile e qualsiasi sfumatura di esso proprio non mi garba >.<

    Alla prossimaaaaaaaaa

    Ps. Mi sono iscritta ai lettori (Ilaria Fiamma)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, confesso. Mi hai fatta sorridere :'D Si, qui il rosa fa da padrone v.v. Ti do pienamente ragione, infatti, la mia incertezza su questo libro deriva proprio da questo. C'è un miscuglio di elementi che sai di dover associare ai giorni nostri, ma automaticamente ti viene alla mente, che so, il DARCY della Austen! Questa altalenanza di tempi ti da alla testa >.< Dirò tutto nella recensione eheh
      Un bacio cara <3

      Elimina
  4. Ciao! Questo libro mi suscita sentimenti contrastanti, da una parte vorrei leggerlo perché la trama mi sembra molto simpatica, ma dall'altra mi sembrerebbe strano leggere i nomi dei personaggi di uno dei miei libri preferiti in chiave moderna...vedremo :-)
    Ps il tuo blog mette allegria! Mi sono aggiunta ai tuoi lettori
    Lucia
    https://lamiacaoticalibreria.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso esattamente come te, brava ^^. Grazie per esserti aggiunta ai miei lettori <3. Passo subito da te a curiosare^^

      Elimina

Il vostro pensiero è importante ◕‿◕
Lasciate un commento e vi risponderò con piacere ❤