lunedì 24 ottobre 2016

Recensione: "Tutto il resto è amore" di Melanie Marchande

INTRODUZIONE
Scrittrice: Melanie Marchande
Titolo: Tutto il resto è amore
Genere: Contemporary Romance
Serie: Secretary series#1
Traduzione: Arianna Pelagalli
Numero Pagine: 288
Costo: 3,99 / 6,90€ 
Casa Editrice: Newton Compton
Prima Edizione: 29 Settembre 2016
Narrazione: Prima persona, pov Meghan ( un cap. pov. Adrian)
Giudizio Personale: 3 dolcetti su 5

TRAMA 

Secretary Series

Dall’autrice bestseller del New York Times, Wall Street Journal e USA Today

Sto per lanciare un posacenere in testa al mio capo. Sì, perché ho appena scoperto chi c’è dietro i miei bollenti romanzi d’amore preferiti, quelli che leggo solo quando sono da sola, l’unica via di fuga dopo una lunga giornata alle prese con il Capo Infernale. A scriverli non è la dolce Natalie McBride, casalinga di campagna con un talento particolare per le storie piccanti. È lui. Esatto: il mio capo, Adrian Risinger, trentatré anni, sexy da impazzire, irritante miliardario e ragazzaccio che pensa di controllare la mia vita, è anche l’autore di tutte le mie fantasie più profonde e segrete. E, come se questa rivelazione non fosse già abbastanza scioccante, ora il bastardo vuole che impersoni “Natalie” in occasione di una serie di firma copie e incontri. Solo se tengo al mio posto di lavoro, ovviamente.
Ora che ci penso, mi servirà qualcosa di più pesante di un posacenere.


«Se vi piacciono le scene divertenti, geniali, sexy e hot, amerete questo romanzo.»



La mia recensione...
Buonasera readers e buon inizio settimana a tutti! In questo post non mi dilungherò in convenevoli  di circostanza, perché voglio subito passare a parlarvi di questo romanzo della Marchande. C'è tanto da dire, in effetti, su questo libro (e sicuramente qualcosa mi scapperà) che mi ha tenuto occupata per un sacco di tempo!! Premetto dicendo che ho letto recensioni meravigliose su questo romanzo, talmente tante da farmi rivalutare più volte il mio giudizio finale, forse troppo ferreo. Tuttavia, alla fine ha prevalso il mio verdetto di partenza. Scopriamolo insieme. Tutto il resto è amore apre la serie Secretary series, una serie erotica che si rifà a quella intrapresa dalla scrittrice  Natalie McBride, ergo Adrian Risinger, nel libro stesso. Più che un contemporary romance, il libro è un erotico a tutti gli effetti. L'ho iniziato con molto entusiasmo, per via della trama accattivante che mi aveva rapito fin da subito. Mi aspettavo di trovare una di quelle storie intense, romantiche, piccanti, in cui i protagonisti si fanno guerra per poi crollare finalmente l'uno nelle braccia dell'altro. In parte Marchande c'è riuscita a soddisfare le mie richieste, ma dall'altra è stata deludente. Il romanzo si apre molto bene, mi ha preso parecchio e sono riuscita ad andare avanti nella lettura, totalmente rapita. Poi è cominciato il declino... La storia l'ho trovata inconsistente, vuota, sembrava più di leggere un manuale pornografico vietato ai minori di diciotto anni!! Insomma se un romanzo deve avere ( e sono io la prima a dirlo) questi momenti di intimità, è anche vero che questi non devono togliere spazio alla storia. Vi giuro, una storia piatta che si focalizza solo su Adrian e Meghan. Non ci sono coprotagonisti né altro. O se ci sono hanno un'importanza veramente marginale. Quindi sì, mi aspettavo decisamente qualcosa di più. Una storia da vivere e non un manuale di Kamasutra moderno. L'aspetto che non mi fa bocciare del tutto questo romanzo è quello dei protagonisti e del loro modo di approcciarsi. Mi hanno fatta sorridere con i loro diverbi e le loro frecciatine. Adrian lo adorerete perché, sinceramente, a chi non piace il miliardario super sexy?!*-* Meghan invece l'ho trovata banale e ridicola nel suo modo di fare in determinate circostanze. La lettura è scorrevole e il libro è molto leggero. C'è sicuramente di meglio nel mercato, quindi, se siete alla ricerca di una storia d'amore con la A maiuscola, vi consiglio di spostare lo sguardo altrove. Se, invece, vi ritrovate senza niente da leggere (cosa molto improbabile) ve lo consiglio per passare il tempo, in quanto si tratta di un libro molto leggero e molto hot.

In conclusione gli affido 3 dolcetti su 5
Carino

venerdì 14 ottobre 2016

Recensione: "Bugie pericolose" di Becca Fitzpatrick

INTRODUZIONE
Scrittrice: Becca Fitzpatrick
Titolo: Bugie pericolose
Genere: New Adult / Thriller
Serie: Autoconclusivo
Traduzione: Mathilde Bonetti
Numero Pagine: 360
Costo: 17,00€ 
Casa Editrice: Piemme
Prima Edizione: 27 Settembre 2016
Narrazione: Prima persona, pov Stella
Giudizio Personale: 5 dolcetti su 5

TRAMA 

Stella Gordon non è il suo vero nome. Thunder Basin, in Nebraska, non è la sua vera casa. Questa non è la sua vera vita... ma dopo aver assistito all’omicidio dello spacciatore di sua mamma, è stata immediatamente inserita nel programma di protezione testimoni.
Stella però non ha nessuna intenzione di vivere lontano dal fidanzato, per di più in un posto dimenticato da Dio e dagli uomini. Risultato: fa di tutto per irritare chi dovrebbe proteggerla e, più in generale, chiunque incontri. Visto che non si tratterrà laggiù un minuto più del necessario, che senso ha farsi degli amici? Il ragionamento fila più o meno liscio, finché non conosce Chet Falconer che è giovane, dannatamente attraente e, più di ogni altra cosa, detesta le bugie.





La mia recensione...
Buongiorno books, fuori c'è un tempo che promette bufera, ma non importa perché finalmente è giunta al termine la mia settimana! E' da questa mattina, da quando ho messo piede in treno, che aspetto ansiosamente questo momento. Non solo. Lo aspetto anche perché finalmente potrò parlarvi della mia ultima lettura. E' da un po' di tempo che conservo nella mente parole lusinghiere nei confronti di questo romanzo e ora posso tirarle fuori tutte di getto. Inizio dicendo che io provo una grandissima stima nei confronti di questa autrice. Ho letto tutti i suoi romanzi e posso definirmi con orgoglio una Fitzpatrick dipendente. Ovviamente, con tutta questa fiducia che ponevo nei confronti dell'autrice, avevo aspettative molto alte su Bugie pericolose. In questo libro la scrittrice non ci mette davanti né ad angeli caduti affascinanti, incontrati nella serie Hush Hush, né a fuggitivi sexy di montagna che abbiamo riscontrato in Blcak Ice. Oddio, forse Bugie pericolose ha molto in comune con quest'ultimo libro. Infatti ci troviamo davanti ad un altro thriller e abbiamo nuovamente a che fare con fuggiaschi. Ma, in questo caso, la fuggiasca è una sola e corrisponde al nome di Stella Gordon. Inoltre tutti i libri della scrittrice americana, thriller o urban fantasy che siano, presentano una componente romance dolcissima e che qui la troviamo nei panni di Chet Falconer. Insomma, la Fitzpatrick sa padroneggiare e mescolare più generi, dando vita a libri emozionanti e avvincenti. Bugie pericolose ha tutto ciò che un lettore può desiderare: intrigo, romanticismo, azione e morte. Ho apprezzato questo libro per la sua semplicità nel raccontare temi crudi, come la dipendenza da droghe e l'abbandono. Il romanzo è riuscito a prendermi con trasporto fin dalla prima pagina. I personaggi sono stati tutti molto interessanti. Stella è un personaggio femminile molto forte che mi ha conquistato subito. Chet non è stato da meno. La bontà di questo ragazzo trasudava dalle pagine del libro. La lettura è molto scorrevole e, per quanto mi riguarda, non mi ha mai annoiata. Un libro che mi ha tenuto compagnia e che mi ha saputo regalare momenti davvero piacevoli. Lo consiglio davvero a tutte ma, soprattutto, per chi non la conoscesse o non avesse letto ancora niente, consiglio di iniziare da adesso perché, sul serio, non ve ne pentirete.
Ps. Tra tutti, Black Ice è quello che mi è piaciuto di meno per un mancanza di credibilità nella storia, ma è come se la scrittrice se ne fosse resa conto e di conseguenza avesse ritentato, regalando ai suoi lettori questo nuovo appassionante thriller. Missione compiuta!


In conclusione gli affido 5 dolcetti su 5
Meraviglioso

lunedì 3 ottobre 2016

Recensione: "Come lui nessuno mai" di Bethany Chase

INTRODUZIONE
Scrittrice: Bethany Chase
Titolo: Come lui nessuno mai
Genere: Contemporary Romance
Serie: Autoconclusivo
Traduzione: Roberta Zuppet
Numero Pagine: 352
Costo: 10,97/4,99€ 
Casa Editrice: BookMe
Prima Edizione: 12 Luglio 2016
Narrazione: Prima persona, pov Sarina
Giudizio Personale: 3 dolcetti su 5

TRAMA 
Tutte noi ne abbiamo uno. È il Grande Se della nostra vita: l’amore che avrebbe potuto essere e non è stato. Per Sarina Mahler – architetto trentenne di Austin, Texas – si chiama Eamon Roy, occhi penetranti e fisico da urlo scolpito da anni di allenamenti come nuotatore olimpionico. Praticamente perfetto. E imperdonabile, per il modo in cui la lasciò senza preavviso né spiegazioni. Adesso, dopo anni di assenza, Eamon è tornato in città, e pretende che sia proprio Sarina a seguire la ristrutturazione della sua nuova casa. L’occasione professionale è troppo ghiotta perché lei possa permettersi di rinunciare. Tanto più che, fidanzata con l’impeccabile Noah, non ha nulla da temere da Eamon, dal suo famigerato sorriso e dai suoi modi premurosi e attenti, così lontani dal ragazzo brusco e taciturno che ricordava. E allora come spiegare il brivido di pura emozione che le percorre la schiena ogni volta che i loro sguardi si incrociano?


Sexy, sincero, appassionante, Come lui nessuno mai mette in scena il più classico dei triangoli in una commedia piena di humor, di sorprese e di saggezza.


«Fresco e delizioso come un sorbetto nella calura d’agosto.»
Emily Giffin


La mia recensione...


Buonasera miei cari readers, non so dove abbia trovato il coraggio di scrivere questa recensione alle 22.30 di sera, dopo una giornata intera passata tra università e palestra. Non ho più forze e l'unica cosa che vorrei fare in questo momento è buttarmi di peso sul letto e rimanerci fino alle 11 di domani. Fortunatamente domani ho solo due orette il pomeriggio, quindi potrò riposarmi per bene la mattina. Tuttavia, questa sera sono tra di voi per parlarvi del libro di Bethany Chase, Come lui nessuno mai. E' una recensione che mi tengo dentro da un paio di giorni, perciò non vedo l'ora di svelarvi cosa me ne è sembrato (la cover mi piace tantissimo**) Cosa dire su questo libro. Inizio dicendo che non mi ha particolarmente colpita, sono sincera. Mi aspettavo un altro genere di storia con dei protagonisti diversi da quelli che ho riscontrato in questa lettura. Un altro aspetto che non ho gradito è il focalizzarsi troppo, da parte dell'autrice, sulle questioni lavorative di Sarina. Insomma, per chi non se ne intende di architettura, non è il massimo leggere di continuo pagine sul mestiere dell'architetto. Inoltre, concentrandosi nel descrivere con frequenza il lavoro svolto dalla protagonista, la scrittrice, oltre ad essere noiosa, perde l'occasione di descrivere altri momenti riservati a Eamon e Sarina. Avrei gradito più momenti per loro, non sono riuscita a "viverli" al cento per cento. Lo stile adottato dalla scrittrice è molto semplice, regalando una lettura scorrevole e leggera, ma che risulta pesante (appunto) quando si sofferma sulla restaurazione della casa di Eamon. Parliamo dei personaggi. Sarina non mi è piaciuta, l'ho trovata superficiale, egoista e presuntuosa. Eamon, invece, ha tutte le caratteristiche del playboy affascinante. Il finale mi ha lasciata un po' interdetta. Sembra quasi che la scrittrice abbia voluto sbrigarsi a concludere il libro. Peccato, scommetto che se avesse continuato un paio di capitoli in più, il mio giudizio finale sarebbe stato diverso. Comunque, adorati lettori, ve lo consiglio se non siete alla ricerca di qualcosa di impegnativo e se avete voglia di leggere qualcosa di leggero.

In conclusione gli affido 3 dolcetti su 5
Carino