mercoledì 15 marzo 2017

Recensione: "I cento colori del blu" di Amy Harmon

Scrittrice: Amy Harmon

Titolo: I cento colori del blu

Genere: New Adult

Serie: Autoconclusivo

Traduzione: Lucia Feoli e Anna Ricci

Numero Pagine: 384

Costo: 1,99 / 5,90 €

Casa Editrice: Newton Compton

Prima Edizione: 3 Aprile 2014

Narrazione: Prima persona, pov Blue

Giudizio personale: 3 / 5
Bestseller del New York Times

Tutti a scuola conoscono Blue Echohawk. Abbandonata da sua madre quando aveva solo due anni, Blue non sa se quello sia il suo vero nome né quando sia davvero il suo compleanno.
Ma ha imparato a fuggire il dolore con atteggiamenti da ribelle: indossa sempre vestiti attillatissimi e un trucco pesante. E soprattutto il sesso è il suo rifugio, un gioco per dimenticare tutto, per mettere sotto chiave le sue emozioni. A scuola poi è un caso disperato. Eppure il suo nuovo insegnante di storia, il giovane Darcy Wilson, non la pensa così: Darcy crede in lei, e sa che Blue ha bisogno di capire chi sia prima di trovare un posto nel mondo. E così la sprona a guardarsi dentro e a ripercorrere il passato, a scrivere la sua storia, a dar voce alle sue emozioni. Tra i due nasce una grande amicizia, e forse, a poco a poco, qualcosa di più: un sentimento forte, travolgente, a cui ciascuno dei due tenta in tutti i modi di resistere…

Una storia tenera, sexy e commovente.

Attenzione, questo libro vi ruberà il cuore!

Buonasera lettori,
siamo già arrivati a mercoledì, non è fantastico? Anche se da un punto di vista lo considerò un giorno un po' "morto" perché è buttato così, a caso in mezzo alla settimana. Del resto, com'è che si dice? Stai in mezzo come mercoledì... Rendo, dunque, questo mercoledì un po' più allettante con una nuova recensione del libro I cento colori del blu di Amy Harmon. Ogni libro che leggo di quest'autrice suscita in me pareri contrastanti nei suoi confronti. Non l'ho ancora ben inquadrata e a questo punto rimane per me un mistero. Nel senso che non la reputo una scelta sicura quando ho voglia di leggere un bel romanzo. Questo per dirvi che il libro di cui vi sto per parlare non ha soddisfatto le mie alte aspettative che riponevo in Amy Harmon dopo aver letto Sei il mio sole anche di notte. Fatta questa premessa, entriamo nel vivo della storia e conosciamo meglio Blue e Wilson.


Blue ha alle spalle una storia molto sofferta, segnata dall'abbandono della madre avvenuto quando lei aveva soltanto due anni. Di conseguenza, Blue è stata allevata senza sapere la sua vera identità e ha risposto all'abbandono della madre con un atteggiamento da ribelle per reprimere il dolore. La sua vita prende una svolta inaspettata quando si ritrova come insegnante di storia Darcy Wilson. Originario dell'Inghilterra e con la passione del violoncello, Wilson assegna come primo compito alla classe di scrivere la storia della propria vita. Blue non ha la minima intenzione di rivelarsi a un perfetto sconosciuto, ma quello che inizia come un gioco per lei diventa a poco a poco un percorso riflessivo che la porterà a guardarsi finalmente con occhi diversi.
A primo impatto la trama non mi ha fatta impazzire, ma ho comunque voluto dargli un'occasione, ancora percossa dall'euforia del libro precedente. E anche perché ho letto molti pareri positivi a riguardo. Il fatto che molte lettrici abbiano trovato questa lettura meravigliosa, mi ha portata a rivalutare più volte il mio giudizio che alla fine, purtroppo, è rimasto immune a tali contemplazioni. Una cosa posso dirvi con certezza, e credo che ve la possano confermare le ragazze che hanno letto almeno un libro di quest'autrice: Amy Harmon è la regina della castità!! A tal punto che anche la lettura di un bacio è sudata nei suoi romanzi. Ora, non prendetemi come la pervertita della porta accanto, vi prego. Personalmente ritengo che per entrare meglio in sintonia con i personaggi si debba far ricorso ad una narrazione che implichi anche degli aspetti più piccantini eheh. A parte questo, è stata una narrazione che tratta di un lasso di tempo considerevole e, in alcuni punti, l'ho trovata lenta e noiosa (sarà perché odio la storia? Bah, chissà).
Dalle prime pagine Blue l'ho trovata molto antipatica, infantile e superficiale, ma non ne ho fatto un dramma pensando che dovesse essere proprio questo il profilo iniziale della protagonista. Infatti, fortunatamente, verso la fine il cambiamento di Blue è evidente e l'ho molto apprezzato (anche se non mi sono trovata d'accordo con lei su alcuni punti). Wilson, che dire, non è proprio il mio genere di uomo di cui mi piace leggere. Anzi, è l'altra faccia del " macho super sexy": dolce, premuroso, gentiluomo e, a mio parere, noioso ahah. Non mi ha fatto né caldo né freddo, per farla breve. Lo stile che usa Amy Harmon è il suo caratteristico, ossia uno stile semplice e pulito. Quella di Wilson e Blue è stata una storia sicuramente toccante, ma che non mi ha saputo coinvolgere al cento per cento. Lettori, lascio a voi la parola. Cosa ne pensate de I cento colori del blu?

         

Livello di sensualità: 1/5
Livello di umorismo: 2/5
Finale: No Cliffhanger




10 commenti:

  1. Io per ora con la Harmon sono stata fortunata. Ho letto "Sei il mio sole anche di notte" e "Hai cambiato la mia vita" e mi sono piaciuti entrambi. Ho un po' di timore ad affrontare gli altri :$

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha oddio, dicendo cosí mi metti in difficoltà. Ero decisa a tralasciare Hai cambiato la mia vita ma, se mi dici che é bello, ora non saprei proprio cosa fare ahah. A questo punto lascio la porta aperta anche per lui ( ma dovrà aspettare un bel po'. Per ora mi prendo una pausa da quest'autrice) :)

      Elimina
  2. Io sta a quota tre con i suoi libri e in effetti non sempre mi suscita le stesse sensazioni. Posso dire come te Nicky di aver apprezzato tantissimo Sei il mio sole anche di notte e sono curiosa di leggere Hai cambiato la mia vita. Questo è stata una bella lettura ma non come Sei il mio sole anche di te che reputo migliore sotto tanti punti di vista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sto a quota tre :D Proprio per questo fatto non so se leggere anche Hai cambiato la mia vita >.<. Come ho detto a Ophelie, adesso mi prendo una pausa dai suoi romanzi e do la precedenza ad altre letture che mi incuriosiscono di più :)

      Elimina
  3. Ciao Nicky ti ringrazio tantissimonoer essere passatanel mio blog. Trovo il tuo mondo un posto davvero molto carino e mi iscrivk subito tra i lettori fissi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annamaria :), grazie a te per essere passata^^

      Elimina
  4. Ciao Nicky!!
    Sai che mi hai messo in crisi??!! hahahah!! :D :D
    Mi ero persa questo libro, poi ho letto la trama e mi è piaciuta.
    Ora che ho letto la tua recensione però non so che fare!! Lo leggo, o non lo leggo? Questo è il dilemma!! :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jasmine :)
      Hahah mi sento colpevole dell tua crisi >.< Posso aiutarti dicendo che, personalmente, questo non mi ha fatta impazzire rispetto a Sei il mio solo anche si notte. Ovviamente, se la trama ti ispira, devi dare retta alle tue sensazioni eheh

      Elimina
    2. Penso che mi butterò direttamente su "Sei il mio sole anche di notte". Ho letto talmente tante recensioni positive che non può deludermi! Così vado sul sicuro! :D

      Elimina
    3. Assolutamente!! E' una meraviglia quel libro ^_^

      Elimina