giovedì 17 luglio 2014

Recensione: Innamorata di un Angelo di Federica Bosco

INTRODUZIONE
Scrittrice: Federica Bosco
Serie: Innamorata di un Angelo#1
Titolo: Innamorata di un Angelo
Genere: Young Adult 
Numero Pagine: 384
Costo: 12,90€ 
Casa Editrice: Newton Compton
Traduzione
Prima Edizione: 10 Febbraio 2011
Giudizio Personale: 3 dolcetti su 5


TRAMA
«Una mattina ti svegli e sei un’adolescente. Così, senza un avvertimento, dall’oggi al domani, ti svegli nel corpo di una sconosciuta che si vede in sovrappeso, odia tutti, si veste solo di nero e ha pensieri suicidi l’84% del tempo. E io non facevo eccezione». 

Questa è Mia, sedici anni, ribelle, ironica, determinata, sempre pronta ad affrontare con tenacia le incertezze della sua età: scuola, compagni, genitori separati, e un rapporto burrascoso con la madre single che la adora, ma è una vera frana in fatto di uomini. Mia insegue da sempre un grande e irrinunciabile sogno: entrare alla Royal Ballet School di Londra, la scuola di danza più prestigiosa al mondo, dove le selezioni sono durissime e il costo della retta è troppo alto per una madre sola. A complicare la sua vita c’è l’amore intenso e segreto per Patrick, il fratello della sua migliore amica, un ragazzo così incantevole e unico da sembrare un angelo, che però la considera una sorella minore. La passione per la danza e quella per Patrick sono talmente forti e indissolubili che Mia non sarebbe mai in grado di rinunciare a una delle due. Fino a quando il destino, inevitabile e sfrontato, la metterà davanti a una delle più dolorose e difficili scelte della sua vita. 
Federica Bosco racconta, con travolgente e sottile ironia, una straordinaria, delicata e commovente favola moderna, intrecciando, con lo stile che la distingue, il reale al sorprendente e all’inaspettato.


"Lo desideravo così tanto da star male"


La storia...

Da quando il padre ha abbandonato lei e la madre nella cittadina di Leicester, Mia si è isolata dal mondo creandosi un muro protettivo per non restare più ferita. Determinata, riottosa e sarcastica, invece di passare le giornate alle feste e al centro commerciale come le sue coetanee, passa il suo tempo tra lo studio e le lezioni di danza. Mia infatti, da quando era bambina, ha un grande sogno: essere ammessa alla Royal Ballet School di Londra, la scuola di danza più importante al mondo. Ma come tutte le grandi scuole che si rispettino, il costo della retta è molto alto, troppo per una madre con uno stipendio minimo. L'unica soluzione possibile che rimane a Mia è chiedere aiuto a sua nonna Olga, una vecchietta molto ricca che però non tiene buoni rapporti con la madre. Per questo motivo queste si ritrovano spesso a litigare. A rendere la sua vita più vivibile c'è Nina, la sua migliore amica fin dai tempi dell'asilo. Le ragazze sono inseparabile e non tengono segreti tra di loro. Eccetto uno. Mia è innamorata follemente del suo fratello maggiore Patrick, ma dirglielo complicherebbe il loro rapporto. A volte l'amicizia ha dei compromessi e Nina è tremendamente possessiva nei confronti del fratello.


"Dovevo stare lontana da lui, lontana da quell'amore impossibile. Dovevo farmelo passare. Non avevo scelta."

Tuttavia, le volte che Patrick torna a casa, Mia non può negare i suoi sentimenti sempre più forti per lui. Dal canto suo, Patrick, la considera da sempre l'altra sua sorellina minore. Avendo davanti a se, un'amore impossibile e un sogno irrealizzabile, a Mia non resta niente da fare se non continuare a vivere, se vita si può definire, tenendo tutto dentro.


"Non avevo altro a cui attaccarmi se non la fantasia e me la facevo bastare."

Ma il destino a volte ci riserva delle sorprese e quando Patrick, tra messaggi e chiamate che si fanno più insistenti, si accorge che Mia ormai è una donna, ecco che scocca la scintilla. Per Mia sta iniziando finalmente la strada per la felicità con il suo giovane amore, da sempre desiderato, e una possibile audizione, ma quel destino prima ringraziato ora tiene in serbo per loro un grande avvenimento che cambierà Mia per sempre.


I miei pensieri...

Eccomi pronta anche io per parlarvi di questo romanzo della scrittrice italiana Federica Bosco. Questo libro mi è stato consigliato e a primo impatto, dalla copertina e dal titolo, credevo si trattasse di un fantasy. Fermi tutti!! Questo libro non è assolutamente un fantasy!. "Innamorata di un Angelo", è sicuramente uno young adult, dove Angelo sta per riprendere tutte le capacità e qualità di Patrick che lo fanno assomigliare ad un angelo custode. L'angelo custode di Mia, appunto. Mentre nel secondo e terzo libro, invece, subentra la componente fantasy. Detto questo, cominciamo. Il libro è esposto dal punto di vista di Mia, con una narrazione molto fluida e chiara. La scrittrice ti fa rimanere letteralmente incollata al libro con i suoi personaggi così carichi di vita e con discorsi in cui annoiarti ti risulterà impossibile. La storia è animata da un susseguirsi di eventi, uno dopo l'altro, che non ti fanno perdere tempo. Vi divertirete un mondo a stare nella testa di Mia, questo personaggio l'ho adorato. E' sarcastica, determinata, di gran carattere e non ci penserebbe due volte a difendere la sua migliore amica Nina. Ma allo stesso tempo è fragile e sara toccante vederla alle prese con il suo primo amore. Leggere le sue avventure, mi ha fatto pensare che anche io, come lei, per amore ho fatto delle scemenze xD. Patrick. Oddio che dire del fusto maschile :') *W*!. Questo bel ragazzo si fa vedere un po' poco, e questo è davvero frustrante >.<, per via della sua professione. Nonostante ciò, vi assicuro che la sua presenza si farà sentire lo stesso mediante chiamate e messaggi, e sarà la stessa cosa!!. Mi sono innamorata di Patrick, è dipinto come la perfezione in persona... come puoi non amarlo?!>.<.


"Il mio corpo di adolescente diventava danza e quella danza diventava amore. Quando danzavo ero l'amore. E quando pensavo a Patrick riuscivo a volare."

Parlando di Nina, la migliore amica della protagonista, l'ho trovata un pochino odiosa in quanto, allo sbocciar della verità, non approva il legame dei due. Ma insomma, e che diamine se le vuoi bene dovresti essere felice per lei!!. Una cosa anche si può dire. Con questo libro imparerete un sacco di appellativi del mondo della danza o.O ahahxD. L'amore di Mia per questa è qualcosa da ammirare.. magari avessi io una passione così grande*W*. E ora, il gran finale!!! Tan...Tan...Tannn (suspense ahah). Beh un finale inatteso, inaspettato, sorprendente non c'è che dire. Dico solo che per colpa di questo, il mio giudizio del libro è precipitato notevolmente. Volevo una lettura spensierata, simpatica che ti regala qualche sorriso, e in parte ammetto che ci è riuscita, ma poi ti lascia un angosciante amaro in bocca!!. Lo sconsiglio per i tipi troppo emotivi, mentre per gli amanti di Nicholas Sparks questo romanzo fa per voi xD.
Clicca qui per leggere il finale alternativo )


In conclusione gli affido 3 dolcetti su 5

6 commenti:

  1. Per il tuo parere personale sono d'accordo con te... fino alla prima parte xD
    Beh, capisco che Nina sia stata incavolata, perché non gliel'hanno detto subito, insomma, fin dal primo momento.
    Anche io ci sono rimasto MALISSIMO per il finale, anche se il terzo libro mi ha sollevato un pò. Io, invece, per il giudizio avrei messo almeno 4 stelle (la motivazione è identica alla tua), perché nonostante l'ultima parte mi è davvero piaciuto... ^-^

    RispondiElimina
  2. Lucaa aspettavo proprio il tuo commento ahahah :'D. Ti giuro appena ho finito il libro ho pianto per almeno dieci minuti, ci sono rimasta così male :'((. In quanto al giudizio se fosse finito in tutt'altra maniera gli avrei dato pure la lode guarda *-* .Ho messo tre stelle perché ero proprio incavolata ecco u.u. Come dici tu "Innamorata di un Angelo" è davvero fantastico e questo finale mi ha scombussolata!xD.
    Un bacio:)xx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspettavi il mio commento? Eccolo, l'hai avuto ahahahah
      Comunque complimenti per il finale alternativo, mi piace da pazziiii *-*

      Elimina
    2. Haaha :'). Grazie mille *-*

      Elimina
  3. Io sono molto affezionata a questa saga, certo non è il massimo, ma è una delle poche saghe italiane ad essermi piaciute, quindi la prendo come un mezzo miracolo, anche se sono di parte :')

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anto:), io la saga non penso di completarla. Questo primo libro mi ha delusa e per ora non ce la faccio a leggere gli altri >.<. Comunque si, Federica Bosco ha fatto davvero un buon lavoro con la storia e con i personaggi. Peccato, però, per il tagico finale..
      Un bacio :)xx

      Elimina

Il vostro pensiero è importante ◕‿◕
Lasciate un commento e vi risponderò con piacere ❤