lunedì 11 novembre 2013

Recensione: Damned di Claudia Palumbo


INTRODUZIONE   
Scrittrice: Claudia Palumbo  
Titolo:  Damned
Genere: Fantasy
Numero Pagine: 435
Costo: 10,90€
Casa Editrice: Sperling Paperback (Kupfer)
Prima Edizione: Maggio 2013
Giudizio Personale: 2 dolcetti su 5

TRAMA
Quando Cathy, diciotto anni e qualche ciocca viola tra i capelli, è costretta a trasferirsi da Napoli a Madenburg, in Germania, le sembra la fine del mondo. Quello che non sa, però, è che nella cupa cittadina tedesca la sta aspettando il destino. Un destino che comincia il giorno in cui su di lei si posano gli occhi ipnotici di Tristan e Kostantin, voce e basso della band del momento, i Damned. Due gemelli che non si assomigliano, se non per un particolare: la straordinaria bellezza. E il potere quasi magnetico che i loro sguardi esercitano su Cathy. Tristan e Kostantin entrano nella sua vita, sconvolgendone ogni certezza: perchè i due fratelli custodiscono un segreto celato al mondo da secoli, e la loro è una storia maledetta....
Un duplice amore, una lotta epica tra Bene e Male, un grande romanzo destinato a conquistarci. 


La storia...

Cathy, ragazza dark diciottenne e amante della musica rock , si trasferisce in Germania da sua madre Hannah, la quale si è fatta una nuova famiglia, a causa di una delusione del suo ragazzo, Mirko. Arrivata nella cittadina tedesca per Cathy è un incubo: nuova scuola, nuovi amici e battibecchi con il compagno della madre Matt, padre di Joel, un ragazzino di otto anni. Un giorno guardando la televisione resta incantata da una band, i Damned, e da due membri in particolare: il cantante Tristan e il chitarrista Kostantin. Il soggiorno in Germania si fa più piacevole quando fa amicizia con Engel e, grazie a lei, conosce dal vivo la band e i due ragazzi dai quali è rimasta affascinata che entreranno nella sua vita. Cathy dolorosamente indecisa a chi dare il suo cuore, deve affrontare anche una terribile realtà che gli sarà rivelata dai fratelli, dalla quale non potrà sottrarsi ormai coinvolta anche lei.


I miei pensieri...

Ben ritrovati cari lettori!! Ho tantissimi libri da recensire e non so proprio da dove cominciare >.<... Partiamo con questo romanzo della Palumbo "Damned". L'ho comprato verso fine estate e l'ho terminato in una settimana (se non erro). Ricordo che dopo aver letto il primo capitolo in libreria, sono corsa a comprarlo.... che grande sbaglio!!. Dunque partiamo dalla struttura del testo che sinceramente non mi ha affatto disturbata, anzi, ho gradito molto l'esposizione del romanzo dal punto di vista dei tre personaggi principali: Tristan, Kostantin e Cathy. La scrittrice definisce bene le caratteristiche di ognuno di loro.
Mentre leggevo cresceva la mia antipatia verso Cathy per il suo comportamento indecente, assunto, davanti all'amore dei due ragazzi facendola apparire una ragazza superficiale che non prova davvero sentimenti per nessuno dei due. I personaggi maschili, seppure gemelli, non si assomigliano caratterialmente: Tristan è il fratello più ragionevole, comprensivo,che prova un grande amore per Cathy e Kostantin invece, è il contrario, impulsivo, testardo e sicuro di se,che nel corso della storia è preso da Cathy,ma nutre anche un grande affetto per Engel. La lettura alterna tratti lenti un po' noiosi con tratti più vivaci, e risulta poco chiara nell'estensione su alcuni concetti... scritto non benissimo devo dire, con un linguaggio contenente alcuni termini, cadenti sul volgare. Parlando della storia in generale, l'ho trovata molto banale e poco originale molto simile ad altri romanzi, insomma niente di nuovo, concludendo con un finale a mio parere molto deludente che lascia proprio l'amaro in bocca. Non lo consiglierei ai miei amici, anzi, direi loro, che invece di spendere tot euro per questo libro, di andare a mangiare una pizza;)


In conclusione gli affido 2 dolcetti su 5

2 commenti:

  1. ciao condivido con te tutto ciò che hai scritto, mi aspettavo di più da questo libro e invece mi ha lasciata un pò così con quel senso di amaro in bocca :))

    buone letture

    RispondiElimina
  2. Ciao Eika:). Già, purtroppo questo libro non è stato uno dei migliori. Il colpo di grazia, ovviamente, lo da il finale un po' troppo "crudo". Insomma uno legge per distrarsi e ridere!!xD.
    Buone letture anche a te,
    Un bacio xx:)

    RispondiElimina

Il vostro pensiero è importante ◕‿◕
Lasciate un commento e vi risponderò con piacere ❤