Pagine

  • Home Page
  • Reviews A-Z / Series
  • Coming Soon
  • Interviews / Events
  • Self Publishing
  • About/Contact

sabato 9 dicembre 2017

Recensione: "Insieme siamo perfetti" di Penelope Douglas

Scrittrice: Penelope Douglas

Titolo: Insieme siamo perfetti

Genere: New Adult

Serie: Autoconclusivo

Traduzione: Elena Paganelli

Numero Pagine: 384

Costo: 5,99 / 9,90 €

Casa Editrice: Newton Compton

Prima Edizione: 21 Settembre 2017

Narrazione: Prima persona, pov alternati Ryen / Misha

 Giudizio personale: 5 / 5
 
Un incontro che cambierà ogni cosa

Dall’autrice del bestseller Odiami come io ti amo

Non posso fare a meno di sorridere leggendo la sua lettera. Mi manca.

In quinta elementare a ciascuno di noi venne assegnato un amico di penna tra i ragazzini di un’altra scuola. Mi chiamo Misha, e pensando che fossi una femmina, l’altro insegnante mi mise in coppia con una sua allieva, Ryen; la mia maestra, credendo che Ryen fosse un maschio come me, non obiettò. Dal primo momento in cui io e Ryen abbiamo iniziato a scriverci, abbiamo litigato su tutto. E le cose non sono cambiate in questi sette anni. Le sue lettere sono sempre scritte in inchiostro argento su carta nera. A volte ne arriva una alla settimana, altre volte tre nello stesso giorno, ma sento che ormai sono diventate una necessità per me. Lei è l’unica che mi aiuta a tenere la rotta, l’unica che mi accetta per come sono. Abbiamo solo tre regole fra di noi. Niente social media, niente numeri di telefono, niente foto. Fino a quando, in rete, sono incappato nella foto di una ragazza di nome Ryen, che ama la pizza di Gallo, e adora il suo iPhone. Quante possibilità c’erano che fosse lei? Accidenti! Dovevo incontrarla. Certo non potevo immaginare che avrei detestato ciò che stavo per scoprire.

Eravamo perfetti insieme finché non ci siamo incontrati

Buongiorno lettori e lettrici del blog <3
Oggi vi parlo del chiacchieratissimo Punk 57 di Penelope Douglas, pubblicato dalla CE Newton Compton con il nome Insieme siamo perfetti. Il libro è uno new adult autoconclusivo e racconta la storia di Misha e Ryen. Nel romanzo fa la sua comparsa anche una vecchia conoscenza di Thunder Bay fatta in Corrupt, libro che ha aperto la Devil's Night Series. Infatti il nostro caro Misha è il cugino di Will, uno dei quattro cavalieri - a proposito, chi non vede l'ora di leggere Hideway?!*_* -. Tornando a noi, Penelope Douglas è una delle mie autrici americane preferite e con questo libro ha confermato nuovamente la sua posizione. L'autrice narra di temi molto delicati e già affrontati in precedenza, come il bullismo e il primo amore. Questo libro dall'apparenza molto semplice cela, in realtà, una storia profonda ed emozionante che vi entrerà nel cuore e vi darà molto su cui riflettere. Non perdiamo tempo e andiamo a conoscere il giovane cantante e compositore di una band di Tunder Bay e la sua migliore amica di penna dalla quinta elementare.


Sono abituata a emozionarmi con Penelope Douglas. Ho apprezzato ogni suo libro e Punk 57 è solo l'ultimo di una lunga lista che conferma il talento di questa scrittrice. Questa volta conosciamo Misha e Ryen, due ragazzi legati da una lunga corrispondenza di lettere che si è trasformata, con il tempo, in un'importante amicizia. Solo una cosa si sono promessi: non si possono incontrare - né cercarsi sui social - e mantenere questo rapporto solo su carta. Per sette anni si conoscono in questo modo, si raccontano e si usano come valvola di sfogo quando uno dei  due è in difficoltà. Fino a quando, una sera, durante una festa organizzata dalla band di Misha, si incontrano dal vivo per la prima volta. O meglio, Misha si ritrova a sbirciare il profilo di Ryen a causa di un video postato sulla pagina della band. Quella sera la vede e le parla per la prima volta, scoprendo, suo malgrado, una persona completamente diversa da quella che diceva di essere nelle lettere. Dov'è finita quella ragazza dolce e sensibile che si lamentava per non venire considerata dai suoi compagni? Chi è questa ragazza che trasuda arroganza e prepotenza? Tuttavia, proprio in quella sera accade qualcosa di ancora più tragico nella vita di Misha che lo getterà nel vuoto e lo porterà a sparire improvvisamente dalla vita di Ryen, lasciandola in preda a mille dubbi e ansie. La Douglas attraverso queste pagine e le vicende al liceo di Falcon's Fall ci insegna l'importanza di essere sempre se stessi e di non cambiare per venire accettati dalla società. Lo sa bene Ryen, la protagonista femminile che, stanca di venire esclusa dalle compagne di scuola, si trasforma in tutto ciò che odia. Riesce a diventare popolare con lo svantaggio, però, di sentirsi vuota e triste dentro. Solo una persona sa chi è lei veramente e delle sue tante fragilità, il suo migliore amico Misha. Amico che resta spiazzato dalla Ryen che gli si para davanti e che tenterà di farle capire l'importanza di essere se stessi e di non badare al giudizio delle persone. Questo libro mi ha toccata nel profondo perché io stessa alle medie ho cercato di modificarmi in base alle preferenze degli altri per venire accettata. E' una cosa orribile, ma quando non vuoi rimanere da sola e abbandonata ti sembra al momento la scelta più giusta. Ryen l'ho capita, l'ho vissuta. La Douglas sa perfettamente trasmettere al lettore le emozioni provate dai personaggi. La stessa autrice ha ammesso nei ringraziamenti del libro di aver avuto la preoccupazione che i lettori potessero mollare la lettura per via di questo personaggio femminile difficile da digerire. Infatti Ryen è una protagonista diversa dal solito. E' superficiale e perfida e alcune volte anche insopportabile, ma quello che il lettore deve tenere in mente è che in realtà Ryen indossa una maschera che le è stata imposta dai suoi coetanei. Io, vivendo una situazione simile, l'ho capita benissimo e sono stata felice nel vedere il suo cambiamento nel corso della lettura. Questo libro ha tenuto i miei occhi incollati alle pagine, avidi di sapere e di scoprire di più su questi personaggi e sulla loro storia. La scrittura è avvincente, in perfetto stile Douglas, e alcune ambientazioni del libro aggiungono un tocco di noir che rende il tutto più accattivante. Concludo dicendo che la copertina italiana, come al solito, risulta fuorviante rispetto a quella originale. Consiglio caldamente questo romanzo perché ne vale la pena!
                         
   
Livello di sensualità: 4/5
Livello di umorismo: 2/5
Finale: No Cliffhanger





2 commenti:

  1. Ciao Nicky.
    Mi fa piacere che anche questo libro ti sia piaciuto so quanto adori quest'autrice.
    Putroppo a me invece questo libro ha convinto di meno, però devo dire che ha affrontato benissimo e in maniera diversa i problemi del bullismo e mi è piaciuto il rapporto iniziale tra i due protagonisti. Peccato che, a mio parere, poi la loro sia sia un pò persa per strada

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy,
      questo libro a me è piaciuto veramente tanto *_* Sono stata giorni incollata alle pagine, troppo presa da Misha e Ryen per poter smettere. Il finale, forse, me lo aspettavo un po' diverso...non mi ha convinta molto :/, ma per il resto è stato un libro fantastico <3

      Elimina

Il vostro pensiero è importante ◕‿◕
Lasciate un commento e vi risponderò con piacere ❤